Attualità

"Un 'Sì' può salvare 7 vite". L'appello di Maria Nobili per la donazione di organi: "Nemmeno la pandemia ci ha fermato"

La presidentessa provinciale Aido, nella Giornata Nazionale per la Donazione di Organi e Tessuti: “Lo strumento più efficace è sempre l’assenso alla donazione in vita

Maria Nobili

Oggi 11 aprile 2021 si celebra la Giornata Nazionale per la Donazione di Organi e Tessuti, indetta dal Ministero della Salute, su indicazione del Centro Nazionale Trapianti e delle Associazioni di Volontariato più rappresentative a livello nazionale, con l’Aido (Associazione per la donazione di organi, tessuti e cellule) come capofila.

Anche il Policlinico Riuniti di Foggia partecipa alla Giornata: “Dare il consenso alla donazione è il più grande gesto di generosità e di rispetto per la vita. E’ un percorso sanitario ad alta valenza sociale che ogni anno permette di salvare numerose vite umane. Per questo è di fondamentale importanza l’attività di sensibilizzazione continua dei cittadini e la diffusione della cultura della donazione”, spiega Vitangelo Dattoli, commissario straordinario del ‘Riuniti’.

“Nonostante la pandemia, l’attività dell’Aido non si è mai fermata. L’Italia è tra i primi paesi in Europa per numero di donazioni e interventi di trapianto eseguiti. E questo dimostra la solidità del sistema e lo straordinario sforzo organizzativo messo in campo a livello nazionale e territoriale, grazie all’incessante impegno dei volontari Aido che collaborano alla promozione della donazione con il Coordinatore dei Trapianti del Policlinico Riuniti, Giuseppe Maestri”, ha aggiunto la presidente provinciale Aido Foggia, Maria Nobili. “Lo strumento più efficace è sempre l’assenso alla donazione in vita: un solo Sì può essere decisivo per salvare fino a 7 vite”, ha concluso Nobili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un 'Sì' può salvare 7 vite". L'appello di Maria Nobili per la donazione di organi: "Nemmeno la pandemia ci ha fermato"

FoggiaToday è in caricamento