Unicef di Capitanata ha un nuovo presidente: è Maria Emilia De Martinis

Succede a Rosalbina Perricone nella guida del Comitato provinciale di Foggia: “Ripartiamo da quanto fatto in questi anni con enti, scuole, tribunali e associazioni”

Maria Emilia De Martinis

E’ Maria Emilia De Martinis la nuova presidente del Comitato UNICEF di Foggia. Avvocato, presidente della Camera Minorile di Capitanata, Maria Emilia De Martinis prende il posto di Rosalbina Perricone. “Alla luce dell’ultima normativa statutaria, cedo il testimone all’avvocato Maria Emilia De Martinis, che rappresenta un’energia nuova, ricca di entusiasmo e competenze, tutte caratteristiche che gioveranno all’azione del nostro Comitato”, dichiara Rosalbina Perricone. “Alla nuova presidente, oltre a rivolgere le mie congratulazioni, auguro buon lavoro. Sarà un’esperienza a volte faticosa ma ricca di soddisfazioni, soprattutto perché contribuisce a una causa tanto nobile quanto necessaria, quella che riguarda i bambini, il loro futuro e i loro diritti a crescere felicemente”, dichiara Perricone. “Chi mi ha preceduto ha svolto un lavoro eccellente”, afferma Maria Emilia De Martinis. “Ripartiremo esattamente da quanto è stato fatto da lei in questi anni, con una cura, una intelligenza e una passione che continueranno a rappresentare le linee guida per le azioni del Comitato UNICEF”.

I BAMbINI SOGNANO TUTTI LA STESSA FELICITA’. “I bambini sono già quello che la nostra società sarà domani”, commenta Maria Emilia De Martinis. “Dobbiamo continuare a lavorare sodo al fianco delle famiglie, sul contesto sociale, lottando al fianco delle scuole contro il bullismo”, spiega il nuovo presidente.

“Come abbiamo fatto in questi anni, e cercando di farlo in modo ancora più strutturale, dobbiamo lavorare in sinergia con gli enti locali e ospedalieri, pubblici e privati, che si impegnano per la tutela dei minori. La città, i luoghi di aggregazione e formazione, così come quelli in cui ci si prende cura della salute dei bambini devono, progressivamente, lavorare in rete, fianco a fianco, attuando una strategia comune per realizzare quella che noi definiamo ‘la città amica dei bambini’: parchi, scuole, biblioteche, iniziative ludico-educative, sensibilizzazione delle famiglie. I bambini devono avere tutti gli stessi diritti, tutti, nessuno escluso, italiani e nuovi italiani”, continua Maria Emilia De Martinis.

LA COLLABORAZIONE CON I TRIBUNALI. L’esperienza professionale della nuova presidente è maturata moltissimo, in questi anni, grazie al lavoro sinergico e molto attivo in città della Camera Minorile di Capitanata, capace di dialogare proficuamente con scuole, realtà associative, famiglie, enti pubblici. E’ un dato da cui ripartire, per implementare la collaborazione con il Tribunale di Foggia e il Tribunale per i Minorenni di Bari, nonché con il Garante regionale dei diritti del minore e con le associazioni che si occupano della tutela di bambini e adolescenti, soprattutto quelli coinvolti in procedimenti giudiziari attinenti a separazioni, divorzi, affidamenti.

LA SPERANZA CONTRO LA RABBIA. Gli episodi di bullismo e l’aumento della violenza tra gli adolescenti sono campanelli d’allarme a cui non si può restare sordi, perché segnalano che la mancanza di cure, il deficit relazionale e affettivo dentro le famiglie e nel contesto sociale, stanno causando danni incalcolabili. “Se la rabbia di chi si sente escluso e senza riferimenti vince contro la speranza di un futuro felice, allora sarà tutta la società a pagarne le conseguenze”, dichiara Maria Emilia De Martinis.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Testimonianza choc, la compagna del 38enne ucciso: "E' stato il bambino". Giornalista costretto a cancellare immagini

Torna su
FoggiaToday è in caricamento