Un salvataggio rock, Piero Pelù libera una tartaruga Caretta Caretta a Manfredonia: "Tutti possiamo fare la differenza"

Il frontman dei Litfiba ha partecipato all'iniziativa 'Tartalove' di Legambiente, salvando un esemplare di Caretta Caretta: "Credo che oggi sia arrivato il momento di insegnare anche nelle scuole il rispetto dell'ambiente"

Ogni anno in Italia 10.000 tartarughe Caretta caretta muoiono a causa di catture accidentali, ingestione di plastica e traffico nautico. Oltre a ciò, i nidi sono a rischio ma anche grazie a Legambiente alcune migliaia di piccoli ogni anno possono raggiungere il mare in sicurezza.

Tartalove è l'iniziativa promossa da Legambiente per la tutela delle tartarughe Caretta Caretta, al quale ha aderito anche Piero Pelù. Il rocker toscano, frontman dei Litfiba, è stato impegnato nella giornata di ieri in una operazione di liberazione di un esemplare a Manfredonia. La tartaruga, una volta liberata, è stata affidata al centro di recupero del comune sipontino. 

"Bisogna lottare contro l'inquinamento, la raccomandazione è quella di sempre: non disperdere la plastica nell'ambiente perché poi finisce in mare e va a mettere in pericolo tantissimi animali. Proprio come la tartaruga Pelù che ha avuto la fortuna di essere soccorsa dai pescatori e curata nel Crtm di Manfredonia", scrive Pelù su Facebook. 

"Ora l'abbiamo liberata e potremo seguire il tour della tartaruga rock del Mar Mediterraneo. In collaborazione con gli amici di Legambiente organizzo tante iniziative come il Clean Beach Tour per ripulire le spiagge, credo che oggi sia arrivato il momento di insegnare anche nelle scuole il rispetto dell'ambiente. Sono veramente contento di aver partecipato a questa liberazione e ringrazio Legambiente per il lavoro che fa ogni giorno. Tutti noi nel nostro quotidiano possiamo fare la differenza, da qui parte il cambiamento. E al più presto vi darò il link per seguire in diretta il tour della tartaruga Pelù in tutto il Mediterraneo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento