menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Scuola-Covid produrrà 44 tonnellate di rifiuti al giorno. Legambiente: "Allarme inquinamento. Mascherine riutilizzabili per gli studenti"

Previsto l'uso di mascherine chirurgiche usa e getta per i milioni di studenti. "Da smaltire attraverso l’incenerimento e le discariche andranno ad appesantire il nostro sistema impiantistico. Ma la scuola dovrebbe dare il buon esempio anche sul fronte della difesa dell’ambiente"

L’anno scolastico è ormai alle porte, con tutte le difficoltà e le criticità che la pandemia in atto comporterà. Tra questi, anche l'allerta inquinamento per la quantità di mascherine che, ogni giorni, verranno utilizzate e smaltite.

A lanciare l'allarme è Legambiente 'Circolo Gaia' di Foggia , con il ircolo  ARCI 'Maria Schinaia': "Dopo la pandemia globale siamo chiamati a fare i conti i con i vincoli sanitari che vedono la scuola al centro di una messa in discussione del proprio modello organizzativo e didattico. La pandemia ha evidenziato il grande valore sociale della scuola, che è il cuore delle comunità e centro insostituibile della cura educativa e formativa delle giovani generazioni", spiegano in una nota congiunta. "La scuola vera, in presenza, di relazione e territorio è mancata a tutti. Il tempo scuola, quello significativo fatto di gruppo classe, di confronto e di conflitto, di laboratori e ricreazione, quello che distingue la propria casa privata dalla scuola come luogo pubblico e collettivo, si è visto essere insostituibile".

"La didattica a distanza ha fatto emergere le condizioni ed i luoghi dove la scuola non riusciva già ad arrivare con efficacia: ai ragazzi che sono soggetti all’insuccesso scolastico e rischiano di disperdersi, a chi ha bisogni educativi speciali, a chi vive in condizioni familiari e abitative disagiate, a chi vive in territori privi di connessione. Allora non possiamo che ripartire da queste considerazioni per ricollocare le sfide che ci attendono certi che comunque la scuola riparte fra disuguaglianze e fragilità e per costruire il futuro serve progettare e investire oltre l’emergenza", continuano.

"L’avvio dell’anno scolastico non è sicuramente dei migliori: sono previste mascherine chirurgiche usa e getta per i milioni di studenti. Questa soluzione prevede la produzione quotidiana di 44 tonnellate di rifiuti da smaltire attraverso l’incenerimento e le discariche andando ad appesantire il nostro sistema impiantistico di smaltimento. Questo non è certo educativo per i ragazzi, ai quali invece la scuola dovrebbe dare il buon esempio anche sul fronte della difesa dell’ambiente".

"Una soluzione potrebbe essere la predisposizione di una fornitura adeguata di mascherine riutilizzabili certificate, equivalenti a quelle chirurgiche monouso, per gli studenti, sollecitandoli e invogliandoli ad utilizzare le lavabili per ridurre il quantitativo di usa e getta che circola nel Paese, e garantendo comunque la tutela della salute. Per far questo sarà fondamentale porre grande attenzione anche all’insegnamento e alla diffusione di modalità di comportamento corrette, a partire dalle modalità di utilizzo e lavaggio delle mascherine. La riapertura delle scuole è il più grande cantiere civico che il nostro paese si trova ad affrontare e la prevenzione la faranno gli strumenti ma anche la consapevolezza dei giusti comportamenti da assumere per garantire la prevenzione dal virus".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Attualità

Gestione dell'emergenza: la Puglia è ultima nella classifica di gradimento. Sui vaccini Emiliano "solleva Lopalco" e si affida a Lerario

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento