Domenica, 16 Maggio 2021
Attualità

Boom di meduse sul Gargano, "non è dettato da acque più pulite": Cilenti: "Dipende da temperature e cibo"

Ne vanno ghiotte le tartarughe marine, motivo per cui sono sempre più frequenti gli avvistamenti. Assieme ai granchi blu invadono i mari. Il fenomeno è determinato dall'innalzamento delle temperature

Gli avvistamenti di impressionanti sciami che fluttuano seguendo la corrente sono sempre più frequenti: il Gargano è pieno di meduse. Ombrelli gelatinosi giganti, organismi minuscoli o marroni: se ne vedono di tutti i tipi, ma la più comune è anche quella più diffusa. Non si registra solo un'invasione di granchi blu, che proliferano nei laghi di Lesina e Varano e in mare.

"È già una decina di anni che il plancton gelatinoso aumenta a dismisura - afferma Lucrezia Cilenti, ricercatrice e biologa, referente della sede Cnr-Irbim (Istituto per le Risorse Biologiche e le Biotecnologie Marine del Consiglio Nazionale delle Ricerche) di Lesina - Il fenomeno è determinato dall’innalzamento delle temperature e dal fatto che c’è un aumento di zooplancton".  È direttamente proporzionale la presenza della tartaruga marina Caretta Caretta, "legata a una condizione trofica importante", proprio il numero di meduse di cui "vanno ghiotte"

La biologa Lucrezia Cilenti sfata il mito delle meduse sinonimo di mare pulito. La loro presenza  dipende dalla temperatura e dal cibo presente, "non è dettata da acque più pulite. Non è una equazione così lineare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom di meduse sul Gargano, "non è dettato da acque più pulite": Cilenti: "Dipende da temperature e cibo"

FoggiaToday è in caricamento