Anche Casalnuovo ha la sua insegnante per la gentilezza: è Giovanna Porzio

Insegnante della scuola primaria è stata recentemente riconosciuta Insegnante per la Gentilezza, il nuovo titolo creato dall’Associazione Cor et Amor, già promotrice dell’Assessorato alla Gentilezza

Giovanna Porzio insegna alla scuola primaria di Casalnuovo, ed è stata recentemente riconosciuta Insegnante per la Gentilezza, il nuovo titolo creato dall’Associazione Cor et Amor, già promotrice dell’Assessorato alla Gentilezza, che contraddistingue quegli insegnanti, dall’Asilo Nido sino all’Università, che si impegnano a fare gentilezza insieme ai propri alunni sia verso la scuola che la propria Comunità Locale. Come si fa a fare gentilezza concretamente?

Recentemente la Pro Loco di Casalnuovo ha invitato tutta la scuola primaria locale a realizzare un carro allegorico in occasione del Carnevale locale con oggetto un guerriero dall’aspetto molto aggressivo e minaccioso. Come poteva fare la scuola per essere coerente col messaggio di gentilezza che propone ai propri alunni quotidianamente? La soluzione è stata la realizzazione di un soldato con uno scudo a forma di cuore al braccio con su riportate alcune parole gentili proposte dai bambini: ti aiuto, ciao, grazie… sulle sponde del carro è invece riportata la frase “Non è bello ciò che è bellico, ma è bello ciò che pace”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre a trasmettere un messaggio gentile la realizzazione del carro ha rappresentato per la scuola una opportunità per fare comunità, uno dei 3 obiettivi cardine degli Insegnanti per la gentilezza insieme alla comunicazione gentile ed a fare aggregazione. Bambini, genitori ed insegnanti hanno infatti collaborato per un risultato condiviso: la realizzazione del carro. Ma non finisce qui, la stessa insegnante per la gentilezza ha coinvolto nello scorso  periodo natalizio gli alunni della sua scuola in una buona pratica gentile dall’alto valore sociale ed umano. Proponendo loro, insieme ai propri genitori di recarsi il 25 Dicembre a trovare le persone sole del proprio paese: anziani, che soffrono il distacco dai figli emigrati o dei parenti che non ci sono più. Regalando loro sorrisi, abbraccio o semplicemente scambiando alcune parole. Il risultato è stato che molte persone si sono commosse ed ad alcuni sono scese anche lacrime di gioia. La gentilezza è anche ricordarsi delle persone sole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Attimi di paura in via Monfalcone: aggrediti agenti della Locale, per aver chiesto di abbassare il volume della musica

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Maxi contagio da festa in famiglia. L'Asl Foggia: "Si tratta di circa la metà dei nuovi contagi in Capitanata"

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento