La zona Cip sommersa dai rifiuti, i giovani sanseveresi la ripuliscono: "Divertiamoci in sicurezza"

L'esempio dei ragazzi di 'San Severo siamo noi' che si sono recati in via San Marco, zona di ritrovo dei ragazzi, ripulendola dai rifiuti di ogni genere abbandonati

Si è svolta martedì 20 Ottobre l’ennesima iniziativa di pulizia promossa dal movimento San Severo Siamo Noi. "Nel nostro piccolo ancora una volta abbiamo voluto dare l’esempio ai tanti giovani sanseveresi recandoci presso il CIP-via San Marco, una zona frequentata, soprattutto in tarda serata, da una moltitudine di ragazzi.

"Divertirsi in sicurezza è un diritto che appartiene a tutti noi - spiegano i componenti del movimento -, ma allo stesso tempo ripulire è un nostro dovere. La zona versa in condizioni a dir poco pietose e disumane, chili e chili di rifiuti di ogni genere (bottiglie di vetro, bicchieri di plastica, cartoni per alimenti) abbandonati dai giovani festanti senza rispetto del prossimo. Materiale abbandonato lungo le strade e dinanzi a numerose aziende presenti in loco. Mancanza di educazione e rispetto la fanno da padrone. Nella stessa zona tra l’altro vi è la presenza di numerosi cani randagi seguiti però da diverse associazioni di volontariato della nostra città e che subiscono anch’essi le barbarie dei nostri concittadini. Dopo le numerose e diverse segnalazioni pervenute da parte dei cittadini sanseveresi ormai stanchi della diffusa inciviltà insita nei nostri giovani, abbiamo deciso ancora una volta di rimboccarci le maniche e ascoltare il grido d’aiuto dei nostri compaesani. I rifiuti sono stati lasciati in ogni dove, in molti casi mettendo in pericolo anche i lavoratori della zona. Vedere San Severo ridotta in questo modo è una cosa a cui non ci abitueremo mai. San Severo appartiene alla gente perbene e iniziative come la nostra ne sono la dimostrazione".

zona-cip-san-severo-siamo-noi"Dobbiamo continuare a combattere ogni forma di inciviltà - continuano i giovani di 'San Severo siamo noi - e cercare di promuovere sempre più spesso questo tipo di iniziative, sperando che prima o poi l’inciviltà e la mancanza di rispetto verso il prossimo diventino solo dei brutti ricordi! Ogni piccolo gesto deve diventare un segnale forte e deciso contro questi episodi! Ogni piccolo gesto vale più di mille parole. Abbiamo ancora una volta voluto dare l’esempio affinché cresca in tutti i sanseveresi quel senso civico e quel rispetto oramai andati perduti! Non possiamo addossare la colpa a nessun politico e a nessuna amministrazione comunale: si tratta solo di inciviltà e i responsabili possiamo essere solo noi stessi. Per questo continueremo a batterci giorno dopo giorno per la nostra terra, per la nostra città e soprattutto per il nostro futuro. Perché il futuro della nostra terra appartiene a noi ed è nelle nostre mani". 

"Ringraziamo come sempre tutti i ragazzi e i gli adulti che hanno aderito alla nostra iniziativa perché la civiltà, il senso civico ed il rispetto devono rinascere dentro ognuno di noi: solo in questo modo potremo riappropriarci della nostra terra! San Severo non può più essere dipinta in questo modo, non è giusto per tutti noi e per tutti i nostri concittadini per bene che la vivono, amano e difendono"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento