rotate-mobile

Il viaggio di Cristian negli orrori dell'Olocausto: "Non permetterò di dimenticare"

Il viaggio di Cristian, il 12enne che racconta le bellezze di Capitanata, questa volta è passato per il periodo più buio della storia. Quattro interviste a chi ha avuto direttamente a che fare con l'olocausto e con la prigionia nei campi di concentramento.

Per la giornata della memoria, Cristian, il 12enne youtuber che racconta la Capitanata, ha voluto incontrare 4 protagonisti della prigionia dettata dalla follia del nazismo. Quattro persone che sanno bene cosa sia stato l'olocausto e che oggi possono raccontarlo.

Mario De Simone, fratello di Sergio, un bambino che venne utilizzato per esperimenti e poi ucciso barbaramente per nascondere al mondo gli abominii all'interno dei laboratori. Emanuele Di Porto, che all'epoca era un bambino e che, per sfuggire alla cattura da parte dei tedeschi, si rifugió per giorni all'interno di un tram e lì venne accudito dai vari conducenti che si avvicendavano nei turni. Vittorio Polacco, nipote del traduttore personale del medico nazista Mengele, lo stesso che fece uccidere il piccolo Sergio De Simone. E in fine Edith Bruck, scampata per miracolo alla morte nei campi di concentramento.

Il video completo delle interviste effettuate da Cristian Albano, tra Napoli e Roma, è possibile guardarlo qui

Video popolari

Il viaggio di Cristian negli orrori dell'Olocausto: "Non permetterò di dimenticare"

FoggiaToday è in caricamento