menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gallerie chiuse in piena estate. Sindaco di Vieste contro "i soliti colpi di sole dell'Anas". Gelsomino: "Prefetto intervieni"

Gallerie Mattinata-Vieste chiuse dal 6 al 10 luglio 2020. Le dichiarazioni del sindaco Giuseppe Nobiletti e del presidente della Camera di Commercio di Foggia, Damiano Gelsomino

Sulla chiusura delle gallerie ubicate sulla 'Variante di Mattinata 688', nel tratto di strada che collega Manfredonia a Vieste dal 6 al 10 luglio prossimi, non si è fatta attendere la risposta del sindaco della città del faro, Giuseppe Nobiletti. "Ancora una volta, in spregio ad ogni valutazione di opportunità e di buon senso, l'Anas chiude le gallerie della Vieste-Mattinata in pieno luglio, procurando notevoli disagi ai flussi di turisti desiderosi di mare e costa garganica, ma anche al traffico ordinario segnato spesso da trasferimenti per motivi di salute oltre che di lavoro".

Per il primo cittadino "non c'è emergenza o rilancio dell'economia turistica che possa frenare gli istinti iperburocratici dell'Anas, rivolti a timbrare il cartellino di manutenzioni che potrebbero effettuarsi in altri periodo dell'anno con disagi più attenuati.  Era troppo attendersi che in una stagione turistica già delicata per l'emergenza Coronavirus, l'Anas ci risparmiasse i suoi disservizi camuffati da servizi di manutenzione e dimostrasse di non patire i suoi soliti "colpi di sole".

Sulla questione si è espresso anche il presidente della Camera di Commercio di Foggia e della Confcommercio provinciale, Damiano Gelsomino, che ha chiesto al prefetto di intervenire e di provare a convincere l'Anas a posticipare i lavori dopo l'estate: “Non bastava il Covid, ora ci si mette anche Anas a rendere difficile la stagione turistica 2020. Per l’ennesima volta la società di gestione della rete stradale decide tempi e modi dei lavori sulle gallerie della superstrada del Gargano, senza tenere in minima considerazione le esigenze degli operatori turistici. Tra l’altro in questo caso sembra trattarsi di lavori di efficientemente energetico che nulla hanno a che vedere con la manutenzione e la sicurezza stradale. Quindi probabilmente lavori cantierizzabili in un altro periodo dell’anno. Conciliare le esigenze operative di una Spa con qualche miliardo di fatturato con quelle di migliaia di piccole operatori turistici locali qui da noi sembra essere una impresa titanica. Anche quando c’è di mezzo la più imponente crisi economica mondiale mai conosciuta”.

Per Gelsomino "si tratta dell’ennesima dimostrazione della scarsa attenzione che Anas dimostra nei confronti degli operatori economici del territorio. Mai come questa estate l’accessibilità e la facilità di raggiungimento delle destinazioni per il turismo di prossimità diventa fondamentale per salvare una stagione già fortemente compromessa. Rendere ancora più difficile il raggiungimento di Vieste in queste prime settimane di ferie, anche se solo per qualche giorno, produce come unico risultato l’esasperazione degli imprenditori e il concreto rischio che si consolidi nei potenziali turisti la percezione delle gravi difficoltà di accesso alle spiagge del nostro promontorio con, come unica conseguenza, la scelta di altre mete per vacanze di pochi giorni. Un rischio che quest’anno la nostra provincia non può assolutamente correre"

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lopalco: "Puglia zona gialla non è liberi tutti"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento