Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Landella si affida all'orgoglio dei foggiani. Gli auguri di buona Pasqua del sindaco: "Presto torneremo ad abbracciarci"

Il messaggio del primo cittadino: "Trascorriamo le festività a casa per non vanificare i sacrifici fatti finora, con la consapevolezza che i giorni più belli nascono dalle tempeste e il vero cambiamento, dalla forza di affrontare le privazioni"

 

"Foggia è bella anche quando è vuota, è bella anche in questo silenzio surreale, che ci parla di luoghi e monumenti spesso trascurati. Un silenzio che racconta la storia di una città già distrutta dal terremoto. Si percepisce l'urlo d'orgoglio dei foggiani, chiamati ad affrontare sempre prove durissime, proprio come l'emergenza del Coronavirus", comincia così messaggio con il quale il sindaco Franco Landella formula gli auguri di buona Pasqua a tutti i cittadini foggiani.

Un messaggio accompagnato dalle immagini della città deserta cui seguono i momenti più belli vissuti negli ultimi anni: "Quella storia ci ricorda la nostra straordinaria capacità di affrontare e superare ogni sfida, ce la faremo anche questa volta e Foggia tornerà a essere la città che abbiamo riempito di vita, con spettacoli, manifestazioni, eventi, sorrisi, emozioni e occasioni per stare insieme", dice il sindaco mentre le immagini della città deserta lasciano il posto ai momenti di aggregazione più significativi vissuti dai foggiani negli ultimi anni.

"Torneremo ad abbracciarci, ad animare le strade, a festeggiare le nostre ricorrenze, a riempire le piazze con la nostra voglia di vivere. Oggi tutto questo non è ancora possibile - continua Landella - per questo trascorriamo le festività a casa per non vanificare i sacrifici fatti finora, con la consapevolezza che i giorni più belli nascono dalle tempeste e il vero cambiamento, dalla forza di affrontare le privazioni. Un auguri di Santa Pasqua di rinascita, che possa riempire i nostri cuori con la speranza che domani ci sarà una nuova alba. Auguri a tutti voi". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento