menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Fondazione Turati premia le migliori tesi di laurea: tra le più meritevoli c'è la foggiana Francesca Maria Pia Venditti

La dottoressa Venditti si è laureata a pieni voti in Fisioterapia lo scorso 26 novembre 2020 presentando al concorso la tesi dal titolo “Valutazione e balance training con piattaforma robotica in pazienti affetti da Sclerosi Multipla” (relatori il Prof. Carlo Avolio e la Dott.ssa Orsola Maria Stella Furno)

La foggiana Francesca Maria Pia Venditti, neolaureata in Fisioterapia all’Università degli Studi di Foggia, è tra i vincitori dell’edizione 2020 del premio per le migliori tesi di specializzazione o di laurea promosso dalla Fondazione Turati Onlus, dedicato alla memoria del fondatore e primo presidente Antonio Cariglia. L’iniziativa promossa dalla Fondazione Turati è alla sua terza edizione e, in questa occasione, sono giunte alla Commissione valutatrice ben 53 tesi provenienti da Corsi di Laurea in Fisioterapia e da Scuole di Specializzazione in Medicina Fisica e Riabilitazione e in Geriatria di numerose Università Italiane.

Con il conferimento di questo premio la Fondazione mira a stimolare la crescita dello studio e della ricerca nel campo della riabilitazione. Il tema prescelto quest’anno riguarda i disturbi del movimento a prescindere dalla loro eziologia e i disturbi delle funzioni cognitive nell’anziano.

La dottoressa Venditti si è laureata a pieni voti in Fisioterapia lo scorso 26 novembre 2020 presentando al concorso la tesi dal titolo “Valutazione e balance training con piattaforma robotica in pazienti affetti da Sclerosi Multipla” (relatori il Prof. Carlo Avolio e la Dott.ssa Orsola Maria Stella Furno).

“Il corso di Laurea in Fisioterapia dell’Università di Foggia – commenta la neolaureata - diretto dalla Prof.ssa Angela Bruna Maffione, potendo contare sulle nuove tecnologie e sulle macchine di ultima generazione si dimostra essere all’avanguardia nella formazione del Fisioterapista, offrendo la possibilità al discente di integrare gli aspetti teorici e pratici della professione. Stimola particolarmente le capacità relazionali, necessarie per interagire con il paziente ed in generale con tutto il sistema professionale. Vorrei ringraziare la Prof.ssa Maffione per tutto l’impegno, la dedizione ed il lavoro svolto per noi studenti di Fisioterapia, il Prof. Avolio e la Dott.ssa Furno per aver reso possibile la stesura di questa tesi. Con la speranza e l’augurio di poter continuare a contribuire al progresso degli studi in Riabilitazione”.

"La Sclerosi Multipla (SM) è una patologia neurodegenerativa cronica, autoimmune e demielinizzante del Sistema Nervoso Centrale caratterizzata da sintomi motori e non, che si ripercuotono negativamente sulla qualità di vita della persona. I disturbi dell’equilibrio rappresentano uno tra i sintomi più invalidanti di questa patologia: il rischio di cadute accidentali è elevatissimo, in particolare durante le attività di vita quotidiana”, spiega la giovane dottoressa. 

“Lo scopo di questo lavoro – aggiunge la neolaureata – è stato quello di valutare l’equilibrio statico e dinamico dei pazienti e programmarne il training neuroriabilitativo mediante l’ausilio di una piattaforma robotica, localizzata presso la ‘S.C. di Medicina Fisica e Riabilitativa Universitaria’, diretta dal Prof. A. Santamato.

Dai dati preliminari emergono risultati molto positivi che, in riferimento alla tecnologia di ultima generazione possono determinare il raggiungimento di nuovi traguardi nella neuroriabiltazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento