Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Crollo di via Civitella, ordinanza di sgombero per 16 famiglie. Landella: "Sui fabbricati precari i sindaci hanno poteri limitati"

Il sindaco è intervenuto sul caso delle famiglie rimaste senza casa dopo il crollo del solaio di una palazzina: "Noi sindaci dobbiamo tutelare la comunità, se un privato non vuole ristrutturare dovremmo avere il potere di espropriazione dell'immobile"

 

Quello di via Civitella è solo la punta dell'iceberg. Perché a Foggia sono diversi gli edifici privati che giacciono in condizioni precarie o, peggio ancora in stato di abbandono. Un problema al quale il Comune può ovviare fino a un certo punto e intervenire solo con la messa in sicurezza delle aree interessate. "Noi sindaci non possiamo essere limitati alle semplici ordinanze di messa in sicurezza, dobbiamo tutelare una intera comunità e quando un privato non vuole ristrutturare un fabbricato il sindaco deve avere il potere di espropriare e mettere al bando la struttura consentendo agli imprenditori interessati di ristrutturarli", spiega il sindaco Landella. 

Il primo cittadino spiega anche la situazione riguardante le famiglie residenti in via Civitella e ora senza casa, dopo il crollo di alcuni giorni fa. Nella giornata di oggi è stata emanata l'ordinanza di sgombero per le 16 famiglie residenti in via Civitella: "Abbiamo aiutato una famiglia, dopo aver accertato la mancanza della forza economica e di parenti disponibili a ospitarla. Siamo intervenuti collocandola in un albergo. Le restanti famiglie hanno reddito e nonostante la comprensione non abbiamo la forza per poter intervenire".

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento