rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022

Crollo di via Civitella, ordinanza di sgombero per 16 famiglie. Landella: "Sui fabbricati precari i sindaci hanno poteri limitati"

Il sindaco è intervenuto sul caso delle famiglie rimaste senza casa dopo il crollo del solaio di una palazzina: "Noi sindaci dobbiamo tutelare la comunità, se un privato non vuole ristrutturare dovremmo avere il potere di espropriazione dell'immobile"

Quello di via Civitella è solo la punta dell'iceberg. Perché a Foggia sono diversi gli edifici privati che giacciono in condizioni precarie o, peggio ancora in stato di abbandono. Un problema al quale il Comune può ovviare fino a un certo punto e intervenire solo con la messa in sicurezza delle aree interessate. "Noi sindaci non possiamo essere limitati alle semplici ordinanze di messa in sicurezza, dobbiamo tutelare una intera comunità e quando un privato non vuole ristrutturare un fabbricato il sindaco deve avere il potere di espropriare e mettere al bando la struttura consentendo agli imprenditori interessati di ristrutturarli", spiega il sindaco Landella. 

Il primo cittadino spiega anche la situazione riguardante le famiglie residenti in via Civitella e ora senza casa, dopo il crollo di alcuni giorni fa. Nella giornata di oggi è stata emanata l'ordinanza di sgombero per le 16 famiglie residenti in via Civitella: "Abbiamo aiutato una famiglia, dopo aver accertato la mancanza della forza economica e di parenti disponibili a ospitarla. Siamo intervenuti collocandola in un albergo. Le restanti famiglie hanno reddito e nonostante la comprensione non abbiamo la forza per poter intervenire".

Sullo stesso argomento

Video popolari

Crollo di via Civitella, ordinanza di sgombero per 16 famiglie. Landella: "Sui fabbricati precari i sindaci hanno poteri limitati"

FoggiaToday è in caricamento