rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Attualità

Foggia verso la fase 2 dei buoni spesa: "Allarghiamo a pensionati e percettori di reddito di cittadinanza"

Opportunità per tanti cittadini che non hanno beneficiato del contributo di solidarietà alimentare. Il Comune è pronto ad ampliare la platea che potrà beneficiare delle somme rimaste. Già abbozzati i nuovi criteri

Il Comune di Foggia è pronto ad allargare la platea dei beneficiari dei buoni spesa. Sarà la Giunta a rimodulare i criteri con un nuovo atto deliberativo, ma prima il sindaco Franco Landella cerca la condivisione del Consiglio comunale che dovrà dettare l'indirizzo e autorizzare a procedere alla revisione. Nelle intenzioni, le somme avanzate dai finanziamenti regionali e nazionali, saranno destinate a coloro che non hanno potuto accedere alla misura perché non rispettavano i requisiti richiesti ma che vivono "uno stato di grande sofferenza", generato dal lockdown conseguente alla pandemia. Da giorni ne stanno discutendo anche le Commissioni consiliari.

I nuovi criteri sono già abbozzati e il sindaco li ha illustrati nel corso del primo Consiglio comunale in videoconferenza sull'emergenza Covid. Il Comune aprirebbe ai cittadini che hanno perso il lavoro e non ricevono alcun tipo di supporto per la disoccupazione; ai soggetti che hanno un reddito mensile riferito al nucleo familiare non superiore ai 450 euro, per i nuclei familiari composti da massimo 3 componenti, elevabili a 650 euro per i nuclei familiari composti da 4 o più componenti, che abbiano un patrimonio mobiliare, liquido e spendibile sul conto corrente non superiore ai 5mila euro inteso come complessivo del nucleo familiare al 30 aprile 2020. L'accesso è escluso a tutti i nuclei già beneficiari del contributo di solidarietà alimentare.

Rappresenterebbe una nuova opportunità per tanta gente che non ha beneficiato dei buoni spesa nella prima fase, quando "il contributo era orientato soprattutto a quelle famiglie che sono state costrette da un giorno all'altro a chiudere l'unica fonte di sostegno che era un'attività commerciale o artigianale. Questa misura - ha spiegato Landella - va ad allargare un po' le maglie e guarda ai pensionati e a coloro i quali hanno un reddito minimo di cittadinanza e non riescono ad andare avanti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia verso la fase 2 dei buoni spesa: "Allarghiamo a pensionati e percettori di reddito di cittadinanza"

FoggiaToday è in caricamento