Condizionatori ko nel tribunale di Foggia: "Si schiatta dal caldo, situazione incresciosa", ridotto il numero dei processi penali

Gli avvocati Paolo D'Ambrosio e Michele Sodrio all'uscita del Tribunale di Foggia commentano la situazione allarmante nelle aule e nelle cancellerie di palazzo di Giustizia dovuta al mancato funzionamento dell'impianto di climatizzazione

Il presidente vicario del tribunale di Foggia l'avv. Antonio Civita, ha disposto con efficacia immediata e sino al 31 luglio che i processi penali siano trattati come stabilito dal protocollo del 22 febbraio, anche con riferimento al numero dei processi da trattare per ciascuna udienza. "Fa davvero tanto caldo, nelle cancellerie è insopportabile" spiega l'avv. Michele Sodrio: "In 27 anni è successo tante volte". Per l'avvocato Paolo D'Ambrosio "la situazione è insostenibile e incresciosa". 

La decisione è stata presa per "l'eccezionalità della situazione meteorologica caratterizzata dal persistere, nella città di Foggia, di temperature elevate", che, si legge, "non consente agli utenti di Palazzo di Giustizia di attendere il programmato orario delle rispettive incombenze nell'area esterna del Palazzo e che ciò determina assembramenti nelle aule di udienza e negli spazi antistanti". Altro motivo è "il grave disagio per la completa avaria dell'impianto di climatizzazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Condizionatori ko nel tribunale di Foggia: "Si schiatta dal caldo, situazione incresciosa", ridotto il numero dei processi penali

FoggiaToday è in caricamento