Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Didattica a distanza al Marconi: "E' opportunità innovativa". Pochi in presenza all'Alighieri-Cartiera: "Strumentazione il problema"

La didattica a distanza, i pro e i contro durante l'emergenza Covid. Interviste ai dirigenti scolastici Marialba Pugliese dell'istituto comprensivo Alighieri-Cartiera e Piera Fattibene del liceo Marconi di Foggia

 

La decisione di Michele Emiliano di lasciare ai genitori la scelta per i figli che frequentano le elementari e medie tra lezioni in presenza o a distanza, sta generando un po' di confusione nelle famiglie. 

Dall'ltra parte ci sono i dirigenti scolastici, che lavorano alacremente per garantire la contemporaneità dei due strumenti didattici. "Noi eravamo organizzati per la presenza, per fare bene entrambe le cose occorre un livello di organizzazione adeguato. Stiamo cercando di garantirle entrambe" spiega ai microfoni di Foggiatoday la dirigente dell'istituto comprensivo Alighieri-Cartiera di via Sant'Alfonso de Liguori, Marialba Pugliese, dove molti genitori hanno preferito preservare la salute dei propri figli "a discapito" della didattica in presenza.

Pugliese fa notare che strutturalmente il vero problema riguarda la strumentazione, "non tanto all'interno delle scuole quanto quelle delle linee telefoniche che devono sopportare un certo flusso di dati audio e video che partono da tutte le classi contemporaneamente".

La dirigente scolastica del liceo Marconi di Foggia, Piera Fattibene, sottolinea come relativamente al periodo le cose stiano andando bene:  "Manca chiaramente la relazione con gli studenti, però nello stesso tempo si stanno sperimentando delle forme innovative da parte di quasi tutti i nostri docenti che a settembtre e ottobre hanno avuto la possibilità di seguire percorsi formativi adeguati. Cercano di fare scuola in una maniera più innovativa e meno tradizionale, cercando di accattivarsi l'interesse del ragazzi. Stiamo cogliendo anche questa opportunità che ci è data da questa situazione emergenziale, facendo innovazione didattica" aggiunge e conclude Fattibene dal Marconi

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento