rotate-mobile

"Ddl Zan subito". A Foggia una piazza di giovanissimi: "Vi siete messi contro la generazione sbagliata"

Tra i manifestanti le storie di chi continua a subire discriminazioni e soprusi: "Solo ieri mi sono presa un uovo in faccia e ho ricevuto insulti transfobici"

"Vi siete messi contro la generazione sbagliata", si legge su un cartello, e loro sono giovanissimi, teenager, in piazza in difesa del Ddl Zan e dei diritti negati alla comunità Lgbt, ma anche a donne e disabili. "Qui mi sento accettato", dice uno di loro, tra la folla, parlando a un'amica, in una confidenza ad alta voce.

Foggia si accoda alle città che hanno reagito all'affossamento del Ddl con un sit-in di protesta in piazza Giordano. Sventolano bandiere arcobaleno, quella dell'Anpi e della Cgil, ma non quelle dei partiti, anche se in via Lanza ci sono lo Stato maggiore del Movimento 5 Stelle, Sinistra Italiana e Articolo Uno.

"Questa piazza fa più rumore dei vostri applausi", hanno scritto, ma forse la pioggia ha contribuito a scoraggiare tanti che sui social hanno espresso indignazione e non si sono presentati all'appuntamento promosso dal Circolo Arcigay Le Bigotte Foggia e dall'Agedo Foggia Gabriele Scalfarotto, con Amnesty International, Link, Uds, Famiglie Arcobaleno e Puglia Possibile.

Toccanti le testimonianze di due pilastri del movimento Lgbt foggiano, Francesca Parisi e Lilly Quitadamo, che hanno commosso gli attivisti millennials. "Da oggi - afferma la presidente Arcigay Le Bigotte, Alice Rizzi - ricominciamo a costruire, mattone su mattone, una nuova legge e una nuova lotta".

Si parla di

Video popolari

"Ddl Zan subito". A Foggia una piazza di giovanissimi: "Vi siete messi contro la generazione sbagliata"

FoggiaToday è in caricamento