Nella zona rossa del contagio il sindaco affida a Padre Pio la città: "Proteggici"

La preghiera del sindaco di San Giovanni Rotondo Michele Crisetti e il gesto simbolico di lasciare alla custodia di San Pio il gonfalone municipale

Michele Crisetti

San Giovanni Rotondo - zona rossa del contagio - sta attraversando uno dei momenti più difficili della sua storia. Medici, infermieri e oss di Casa Sollievo della Sofferenza ogni giorno scendono in campo per contrastare il mostro invisivile, il killer che colpisce senza sé e senza ma le persone più fragili, che apre il fuoco agendo in silenzio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questo motivo il sindaco Michele Crisetti, ieri pomeriggio ha affidato a San Pio da Pietrelcina, il santo con le stimmate, la protezione della città: "O glorioso Padre Pio, in quest’ora di angoscia e desolazione, affido a te la nostra città e la pongo sotto la tua protezione con il gesto simbolico di lasciare alla tua custodia il gonfalone municipale. Intercedi ancora per il nostro popolo, che hai amato e che promettesti di ricordare «sempre» nelle tue «povere preghiere, implorando per esso pace e prosperità". Rinnova, in quest’ora di tribolazione, per noi e per il mondo intero, la tua ardita preghiera «a Dio giudice»: «O perdona a questo popolo o cancellami dal libro della vita», per ottenere la fine dell’immane flagello che si è abbattuto sull’umanità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Palpeggia, solleva e stringe a sè ragazza in via Sabotino. Interviene la polizia. Cittadino denuncia: "Siamo stanchi"

  • Violenza sessuale su ragazza di 20 anni. Il racconto tra le lacrime: "Mi teneva così stretta che non riuscivo a liberarmi"

  • Ragazza trovata morta nel bagno della sua stanza: la tragedia nella residenza universitaria Einstein di Milano

  • Uomo scomparso a Foggia, da 24 ore non si hanno più notizie. I familiari: "Aiutateci a ritrovarlo"

  • Federica, la ricercatrice che combatteva contro le ingiustizie strappata alla vita da un aneurisma cerebrale

Torna su
FoggiaToday è in caricamento