rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità

Alto senso di responsabilità dei pugliesi rientrati dal Nord: in due giorni ben 4650 autosegnalazione on line

Negli ultimi due giorni le autodichiarazioni fatte sul portale della Regione sono più che raddoppiate. Cosa deve fare chi è rientrato in Puglia dalle zone indicate

Emergenza Coronavirus in Puglia, da ieri sono 4651 le persone che si sono auto-denunciate compilando il modulo di autosegnalazione on line per dichiarare di essere rientrate in Puglia da Lombardia e province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio- Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia (dato aggiornato alle ore 19 di oggi).
 
In totale, dal 29 febbraio ad oggi, sono 11468 i moduli on line compilati. Negli ultimi due giorni le autodichiarazioni fatte sul portale della Regione sono più che raddoppiate.  Il modulo è disponibile sul portale della Regione Puglia nella sezione dedicata al Coronavirus.
 
I pugliesi possono segnalare questa circostanza del loro rientro in Puglia dalle suddette zone anche telefonicamente al proprio medico curante. Chi è rientrato dalle zone indicate (dal 7/03/2020) per soggiornare nel proprio domicilio, abitazione o residenza in Puglia, deve osservare, come da ordinanza della Regione Puglia, la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni e il divieto di spostamenti e viaggi; rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza.

In caso di comparsa di sintomi, deve avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o l’operatore di sanità pubblica territorialmente competente per ogni conseguente determinazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alto senso di responsabilità dei pugliesi rientrati dal Nord: in due giorni ben 4650 autosegnalazione on line

FoggiaToday è in caricamento