Coronavirus, anche la famiglia Grieco offre il suo contributo: i patron dell'Audace donano un ventilatore, un pilot e un ecografo

Gesto d'amore della famiglia proprietaria dell'Audace Cerignola e della New Grieco Srl (Marchio ProShop) che ha voluto donare un ventilatore agli ospedali Riuniti di Foggia e le altre due apparecchiature al 'Tatarella' di Cerignola

Un ventilatore per il Centro Provinciale COVID di Foggia e due apparecchiature di ultimissima generazione per l’ospedale ‘Tatarella’ di Cerignola. È il forte gesto d’amore che la famiglia Grieco di Cerignola ha voluto compiere per sostenere la sanità pubblica pugliese nella lotta all’emergenza COVID-19. “Siamo da sempre legati al nostro Territorio", dichiara Michele Grieco della New Grieco Srl, azienda che si occupa della grande distribuzione di prodotti per l’igiene personale e della casa, con l’insegna ProShop. "Ho voluto, con la mia azienda, rendermi utile rispetto a questa importante partita che ci porta a riflettere sui veri valori della vita. Colgo l’occasione per ringraziare di cuore tutto il personale medico/sanitario e tutti i volontari, da settimane, chiamati ad un lavoro estenuante per salvaguardare la nostra salute. Forza, ce la faremo!”.

La New Grieco, grazie alla collaborazione di Regione Puglia, Protezione Civile, Asl Foggia, ospedale di ‘Tatarella’ di Cerignola, ha proceduto quindi alla donazione al fine di rafforzare il sistema sanitario locale in una delle province, come quella di Foggia, tra le più colpite dalla pandemia. Un particolare ringraziamento va rivolto al dott. Dario Galante, direttore dell’Unità Operativa Complessa di Anestesia e Rianimazione di Cerignola. L’azione intrapresa si aggiunge ad altre iniziative già messe in campo nelle scorse settimane. Gli ‘Ospedali Riuniti’ di Foggia potranno disporre, quindi, di un ventilatore polmonare per la Terapia Intensiva mentre l’ospedale ‘Tatarella’ di due nuove apparecchiature: un pilot ed un ecografo. Due attrezzature utilissime sia per i pazienti Covid che per tutte le applicazioni cliniche in campo rianimatorio. Si tratta, infatti, di due strumenti altamente tecnologici, per funzionalità, dimensioni, praticità.

Il PILOT è un sistema completo per la verifica del corretto posizionamento di cateteri venosi centrali mediante la visualizzazione e la stampa dell’ECG intracavitario attraverso l'analisi dell'onda elettrocardiografica. La punta del catetere deve essere posizionata a livello della giunzione atriocavale del cuore. La variazione dell'onda elettrocardiografica rilevata dall'apparecchio consente di conoscere esattamente dove è posizionata la punta del catetere vascolare. Un corretto posizionamento consente di prevenire complicanze quali, aritmie cardiache, trombosi, malfunzionamenti etc.. Non solo, si evita l'esecuzione di Rx del torace che prima era necessario per conoscere dove era allocata la punta del catetere, riducendone l'esposizione al paziente e agli operatori, velocizzando la procedura e riducendo l'impiego di personale tecnico e medico di radiologia e quindi anche i costi e evitando riposizionamenti del catetere vascolare centrale magari malposizionato. Questo impiego è previsto dalle linee guida delle società scientifiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’Ecografo Sonosite S II è un ecografo ad altissima definizione con immagini chiarissime che consentono diagnosi precise, a rapido avvio da spento ad acceso in solo 25 secondi (importante nelle urgenze e urgenze). Si possono connettere più trasduttori contemporaneamente e passare da un trasduttore all'altro in touch screen rapidamente. È estremamente versatile perché con un unico apparecchio si possono eseguire tutte le tecniche di anestesia, diagnostica di cuore, polmoni, addome, emorragie, diagnostica cardiologica, accessi vascolari ecoguidati con altissima definizione delle immagini e quindi con maggiore precisione nella diagnosi e riduzione degli errori soprattutto in ambito traumatologico. L'altissima definizione in ambito cardiopolmonare è importantissima nei pazienti Covid laddove cuore e polmone sono gli organi più colpiti. L'apparecchio, cosa molto importante, è portatile e maneggevole quindi si può spostare completamente da un paziente all'altro , da un letto all'altro senza movimentare i pazienti, cosa importantissima in rianimazione laddove i pazienti sono intubati e collegati a respiratori e sistemi di monitoraggio.Anche questo sistema riduce significativamente il ricorso alle radiografie tradizionali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Coronavirus: zero contagi e zero morti in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento