menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

La pandemia aumenta il rischio cyberbullismo: adolescenti più esposti, polizia e rotaract in chat

Il Rotaract Club di Lucera ha organizzato, in collaborazione con questura di Foggia e fondazione ‘Sicurezza e Libertà’, una videoconferenza in diretta sui rischi di internet ai tempi del Coronavirus

Cyberbullismo ai tempi del Covid-19, quando l’uso delle rete è massivo e meno controllato. L’emergenza sanitaria da Coronavirus che stiamo tutti stiamo vivendo, ormai da tempo,  può esporre maggiormente i ragazzi ai rischi dei social e di internet.

Non potendo uscire di casa, siamo tutti più disposti a concedere e a concederci più tempo all’uso di internet. Usciamo dalla nostra routine, restando tra le quattro mura domestiche, viaggiando sulla rete, con il rischio di abbassare la guardia sui pericoli che possiamo incontrare e che soprattutto possono incontrare i minori.

Per i ragazzi, ancor più in questo periodo, l’uso dei social è diventato fondamentale e predominante, però questa sovraesposizione può innescare dipendenze, può attivare maggiormente i cyberbulli che, spinti anche dalla noia, possono accanirsi di più verso le vittime, inoltre espone maggiormente i minori ai rischi dell’adescamento online.

Per questo motivo, considerato inoltre che per tutti gli studenti sono state avviate procedure informatiche online per permettere il proseguimento delle lezioni, il Rotaract Club di Lucera ha organizzato, con la collaborazione della questura di Foggia e la fondazione ‘Sicurezza e Libertà’, per gli studenti ed gli insegnanti delle scuole secondarie di primo grado e primo anno delle scuole secondarie di secondo grado, una videoconferenza in diretta sui rischi di internet ai tempi del coronavirus.

Interverrà lo psicologo della polizia, Giovanni Ippolito, che già da anni effettua, per la questura di Foggia, insieme al personale dell’ufficio minori ed all’ufficio anti- stalking, incontri con gli studenti e gli insegnanti di ogni ordine e grado per attività di prevenzione sui rischi a cui sono esposti i giovani.

Hanno già aderito all’iniziativa numerosissime scuole tra cui: il convitto nazionale ‘Bonghi’, il ‘Manzoni-Radice’, il ‘Tommasone-Alighieri’, il ‘Bonghi-Rosmini’, il ‘Bozzini Fasani’, il ‘Vittorio Emanuele III’ di Lucera, il ‘Giovanni XXIII’ di Monte Sant’Angelo, il ‘Federico II’ e il ‘Torelli Fioritti’ di Apricena, la ‘Dante Alighieri’, la ‘Murialdo’ e il ‘Santa Chiara-Pascoli- Altamura’ di Foggia. Per seguire la videoconferenza, aperta a tutti, basterà collegarsi direttamente sulla pagina facebook del Roratact Lucera

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento