Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità

"Siamo sconvolti". Il rettore Limone ricorda Cipriani: "Per lui l'università era come una casa, ne ha costruito le fondamenta"

Il rettore dell'Università di Foggia, Pierpaolo Limone, ricorda così - come amico prima che collega - il noto latinista scomparso: "Puntuale e sorridente a lezione, con la giusta dose di severità mai disgiunta dall’umanità era entrato nei cuori di tutti gli studenti, instillando in loro il grande amore per la civiltà classica rivitalizzata attraverso il riuso moderno dell’antico"

Giovanni Cipriani

"Se ne è andato un amico e un grande accademico". Il rettore dell'Università di Foggia, Pierpaolo Limone, ricorda così - come amico prima che collega - il professore Giovanni Cipriani, venuto improvvisamente a mancare, all'età di 75 anni, per un malore improvviso.

"La notizia ha sconvolto la grande famiglia Unifg, perché non c’è dubbio che per Gianni Cipriani l'Università era come una casa. A partire dalle fondamenta è il caso di dire, quando con un gruppo di colleghi decise di lasciare l’Università di Bari per impiantare l'allora Facoltà di Lettere e Scienze della formazione di Foggia. Negli anni si era distinto non solo per le sue magistrali lezioni di latino, ma anche per la vivace dialettica che era riuscito a creare con il territorio, ricorda.

"Amante del teatro e della musica, aveva messo su con rigore scientifico alcune opere classiche opportunamente attualizzate. Puntuale e sorridente a lezione, con la giusta dose di severità mai disgiunta dall’umanità era entrato nei cuori di tutti gli studenti, instillando in loro il grande amore per la civiltà classica rivitalizzata attraverso il riuso moderno dell’antico. Amante della retorica, aveva mostrato come tale ‘arte’ fosse ingrediente fondamentale nel consesso civile, oltre a essere segno di grande duttilità del pensiero. Ci sia consentito ricordarti con una citazione, caro Gianni: Letum non omnia finit", conclude..

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Siamo sconvolti". Il rettore Limone ricorda Cipriani: "Per lui l'università era come una casa, ne ha costruito le fondamenta"

FoggiaToday è in caricamento