Mercoledì, 4 Agosto 2021
Attualità

Un dono e un sorriso dove l'infanzia è negata: il Natale di 'Ultimi', l'associazione antimafia che sprona alla generosità

Il vice-presidente Mascione: "Il Natale di Ultimi quest'anno è stato denotato da una particolare attenzione all'infanzia deviata o negata. I bambini come centro del mondo, come base per un futuro migliore"

Case famiglia, strutture protette, reparti di ospedale o abitazioni in cui il clima è segnato da gravi difficoltà economiche, familiari, sanitari. Tutte queste realtà sono state al centro del Natale del presidio Foggia-Gargano di 'Ultimi', l'associazione antimafia fondata dal prete anti-racket don Aniello Manganiello.

Dal mese di dicembre, per tutto il periodo delle feste e fino all'epifania, infatti, i volontari di 'Ultimi' hanno regalato un sorriso ai bambini attualmente ospiti in strutture protette o imbrigliati in realtà delicate che non permettono loro di vivere una infanzia serena. A tutti loro è stato consegnato un dono - frutto di una raccolta di giocattoli usati o, in larga parte, donati da anonimi benefattori che hanno acquistato giocattoli in linea con i desiderata di bambini e adolescenti.

Benefattori che si sono aggiunti giorno dopo giorno, in un crescendo di speranza: negli ultimi giorni, dai comuni di Ascoli Satriano, Rocchetta Sant'Antonio e Candela e dall'associazione 'Ausculum in Apulia' sono arrivati giocattoli e dolciumi per i bambini ospiti di due case famiglia del territorio di Lucera e dei piccoli degenti del reparto di Oncologia pediatrica di Casa Sollievo della Sofferenza.

"Il Natale di Ultimi presidio Foggia-Gargano quest'anno, è stato denotato da una particolare attenzione all'infanzia, da quella deviata, a quella degli ospedali, a quella negata", spiega il vicepresidente Pietro Paolo Mascione. "I bambini come centro del mondo, come base per un futuro migliore. L'infanzia intesa come periodo di straordinaria bellezza ma anche di massima fragilità. Troppo spesso i bambini sono vittime innocenti delle scelte degli adulti,  sono gli occhi invisibili di una società molte volte irrispettosa e matrigna. Investire sull'infanzia è certezza per un futuro migliore".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un dono e un sorriso dove l'infanzia è negata: il Natale di 'Ultimi', l'associazione antimafia che sprona alla generosità

FoggiaToday è in caricamento