In via Montegrappa ecco 'Closcià', la maxi-installazione artistica che accende la luce sul mondo degli invisibili

Sulla parete del cinema 'Cicolella' l'opera di Alessandro Tricarico. L'obiettivo è quello di sensibilizzare cittadini e, soprattutto, istituzioni pubbliche affinché mettano in campo interventi di accoglienza e di inclusione sociale

Closcià - Foto Laura Longo FdS

In via Montegrappa, a Foggia, ecco 'Closcià', la maxi-installazione artistica realizzata da Alessandro Tricarico per far riflettere sulla condizione dei poveri e dei senza dimora.

"Dietro ogni persona c'è un nome, una storia, un volto. E a dare il volto a 'Closcià' è stato Antonio - spiegano i Fratelli della Stazione - che ha deciso di mettersi in gioco con la consapevolezza di attirare l'attenzione sul mondo degli invisibili, ed in particolare delle istituzioni pubbliche affinché mettano in campo interventi di accoglienza e di inclusione sociale".

L'iniziativa rientra nell'ambito delle attività del progetto Sinbad che coinvolge il Teatro Pubblico Pugliese, la Biblioteca Provinciale Magna Capitana, edizioni fogliodivia, Fratelli della Stazione, Spazio Baol, Avvocato di Strada di Foggia. L'opera è stata realizzata su una parete del cinema 'Cicolella' in via Montegrappa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento