Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Ginecologia di San Severo chiusa per mancanza di medici

Arrivano i chiarimenti del dipartimento Politiche per la Salute Vito Montanaro sull'accorpamento all'ospedale di Cerignola

 

Il Reparto di Ginecologia e Ostetricia dell'Ospedale Masselli Mascia di San Severo riaprirà quando sarà ristabilito un numero sufficiente di personale. "C'è l'impossibilità in questo momento di garantire il servizio per carenza di medici. Ho sentito questa mattina il direttore generale della Asl di Foggia Vito Piazzolla, fatalità proprio su questo argomento".

Lo ha detto il direttore del dipartimento Politiche per la Salute della Regione Puglia Vito Montanaro, a margine della videoconferenza stampa con il presidente della Regione Michele Emiliano e il responsabile del Coordinamento emergenze epidemiologiche Pier Luigi Lopalco sul potenziamento del Piano Ospedaliero regionale Coronavirus. Rispondendo alla domanda di FoggiaToday sul caso della chiusura del reparto nel presidio ospedaliero no-Covid, che aveva scatenato la protesta del sindaco Fracesco Miglio e della comunità, Vito Montanaro ha chiarito: "Non possiamo garantire una attività se non c'è un numero adeguato e sufficiente, come previsto dalle norme, di ginecologi. Appena questo sarà ricostituito l'attività ripartirà ordinariamente". 

Nella sua nota del 29 marzo, la Asl di Foggia aveva già comunicato la temporaneità della riorganizzazione ospedaliera. Nella fattispecie, il provvedimento stabiliva l'accorpamento all'Ospedale di San Severo delle Unità Operative di Chirurgia e di Ortopedia di Cerignola e Manfredonia e, viceversa, trasferiva a Cerignola le Unità Operative di Ostetricia e Ginecologia, di Pediatria e Neonatologia di San Severo e l’ambulatorio di Pediatria di Manfredonia. Tra le finalità della disposizione, è indicata la volontà di "ottimizzare l’offerta ospedaliera definendo drasticamente, sia pure transitoriamente, il ruolo di ciascun ospedale all’interno della rete provinciale in modo da allineare l’offerta alla fase emergenziale e alle direttive della Regione Puglia".

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento