Attualità Rocchetta Sant'Antonio

Monti Dauni sempre più soli, banca chiude e si trasferisce a 24 km nell'Avellinese: "Forte disagio in un periodo di emergenza sanitaria"

Il sindaco di Rocchetta Sant'Antonio in una nota del 25 agosto aveva chiesto la possibilità di rendere fruibile lo sportello bancario per tre giorni a settimana. Da oggi chiude la filialre della Banca Popolare di Bari e si trasferisce a Bisaccia

Con il piano di riposizionamento e razionalizzazione, da oggi a Rocchetta Sant'Antonio non c'è più la filiale della Banca Popolare di Bari, i cui servizi sono stati trasferiti presso il punto operativo di Bisaccia in provincia di Avellino. Pompeo Circiello, primo cittadino del piccolo borgo dei Monti Dauni, in più di una occasione aveva espresso la sua preoccupazione al prefetto di Foggia: "Si verrà a creare un forte disagio per tutta la comunità e soprattutto per le persone anziane, per le categorie fragili e per le attività commerciali, soprattutto in questo momento di emergenza sanitaria".

La nuova sede è ubicata in un'altra provincia e in un'altra regione. Oltre 24 chilometri di distanza, circa 30 minuti. Molto più insidioso il percorso per chi non dispone di un'auto e sarà costretto a spostarsi con i mezzi pubblici, passando per Lacedonia in attesa della coincidenza per Bisaccia: "Per non parlare delle difficoltà nel periodo invernale, con presenza di neve e ghiaccio sia per i mezzi privati che per i mezzi pubblici".

Il sindaco in una nota del 25 agosto aveva chiesto la possibilità di rendere fruibile lo sportello bancario per tre giorni a settimana. "Peroreremo la causa dei cittadini in tutte le sedi deputate"

Il 1 settembre Circiello, con un post sui social, aveva ribadito la sua preoccupazione alla notizia della filiale della Banca Popolare di Bari, l'unica nel piccolo borgo dei Monti Dauni, che svolgeva anche il servizio di tesoreria comunale. "Pur comprendendo le necessità economiche dell'Istituto, come amministratori, ci batteremo per tutelare i nostri cittadini che con questo tipo di ristrutturazione aziendale interna della Banca Popolare di Bari sono enormemente penalizzati e disserviti in qualità di clienti. Chiederemo che non avvenga questa chiusura. Vi anticipo che queste decisioni hanno una mera matrice economica e opportunistica per le società di credito bancario ma tutto quello che è in nostro potere verrà comunque fatto e portato avanti con determinazione per tutelare i servizi al cittadino, che sono invece un sintomo di benessere sociale, che un amministratore non può ignorare".

Da quel giorno nessuna novità in merito. Nel frattempo Luigi Ruberto del Club Liberal Monti Dauni, con l'assessore regionale al Welfare Rosa Barone, si è attivato per avere un rafforzamento dell'organico e un aumento degli orari di apertura al pubblico della locale ufficio postale. La proposta è arrivata sul tavolo della direzione regionale di Poste Italiane. "Con la chiusura della filiale della BpB è evidente che ci sarà un aumento della clientela con gli inevitabili problemi per un maggiore afflusso. Poste valuterà il da farsi in base all'aumento della clientela. Quindi molto dipende anche da noi. L'auspicio è che anche il Comune di Rocchetta Sant'Antonio sposi la proposta di chiedere a poste italiane un aumento dell'organico e degli orari di apertura al pubblico con magari due aperture pomeridiane. Tutti questo per andare incontro alle esigenze dei cittadini e degli anziani. Mi auguro - afferma Ruberto - che ci sia una soluzione lieta per la comunità"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monti Dauni sempre più soli, banca chiude e si trasferisce a 24 km nell'Avellinese: "Forte disagio in un periodo di emergenza sanitaria"

FoggiaToday è in caricamento