menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La cerimonia

La cerimonia

Giorno della memoria, il monito del prefetto Grassi: "Ricordare è un obbligo: non deve affermarsi l'odio, ma l'amore"

Questa mattina, il prefetto di Foggia, Raffaele Grassi, ha consegnato le medaglie d’onore, concesse dal Presidente della Repubblica, ai familiari degli insigniti internati nei lager nazisti residenti in questa Provincia

Questa mattina, in Prefettura, nella ricorrenza del ‘Giorno della Memoria’, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici, il prefetto di Foggia, Raffaele Grassi, alla presenza del questore, del comandante provinciale dei carabinieri e del comandante provinciale guardia di finanza di Foggia ha consegnato le medaglie d’onore, concesse dal Presidente della Repubblica, ai familiari degli insigniti internati nei lager nazisti residenti in questa Provincia.

Nel corso della cerimonia sono stati ripercorsi i momenti bui della ‘Shoah’ per mantenere vivo il ricordo, soprattutto nelle giovani generazioni, di quei tragici fatti, affinché non abbiano mai più a ripetersi. In particolare, il prefetto Grassi ha affermato: "E' un obbligo mantenere il ricordo delle tragedie della storia. L'uomo è dotato di ragione. La ragione ci induce a ritenere che non deve affermarsi l'odio, ma l'amore. E' compito di tutti contrastare con ogni forza qualsiasi forma di antisemitismo e di razzismo, ricordando sempre a se stessi che, tra generi umani, non ci sono distinzioni, ma condizioni di uguaglianza”. ‘Il sonno della ragione genera mostri’, ha concluso il prefetto richiamando una nota citazione del pittore Francisco Goya.

A ricevere la medaglia d’onore alla memoria sono stati i familiari di Giuseppe Cirimele, Giuseppe Mario Antonio Macro e Francesco Pastore da Foggia; di Antonio La Porta da San Marco, di Potito Moscato da Ascoli Satriano e di Pasquale Romano da Vieste. Infine, i familiari di Antonio Petrella da Deliceto e Giuseppe Ruberto da  San Giovanni Rotondo (qui le loro testimonianze).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento