Attualità

Quando la cultura diventa integrazione: a Cerignola nasce la Compagnia teatrale degli Abusivi

L'obiettivo è coinvolgere ed includere giovani artisti, italiani e stranieri, nelle azioni di integrazione che passano per l'attivazione di percorsi culturali professionalizzanti

A Cerignola sta per nascere la Compagnia teatrale degli Abusivi. E' un progetto della Cooperativa Sociale Dibenedetto e dello Sportello Immigrazione “Stefano Fumarulo”, che hanno partecipato al bando della Regione Puglia “Programma straordinario in materia di cultura e spettacolo per l’anno 2018-Azione 2”.

L'obiettivo è coinvolgere ed includere giovani artisti, italiani e stranieri, nelle azioni di integrazione che passano per l'attivazione di percorsi culturali professionalizzanti.

L'iniziativa sarà presentata alla stampa venerdì 15 febbraio, alle ore 11:30, durante la conferenza ospitata a Palazzo Dogana/Sala della Ruota (piazza XX Settembre - Foggia).

Interverranno: Rino Pezzano, vicesindaco e assessore alle Politiche Sociali e del Lavoro del Comune di Cerignola; Marcello Colopi, presidente della cooperativa sociale “Dibenedetto” e direttore artistico della compagnia di teatro sociale “Abusivi”; i maestri Michele d’Errico e Maria Rosa Carretta, coreografa e direttrice della scuola di danza “Scarpette Rosa”; Ndiaye Makebe, mediatore culturale dello Sportello Immigrazione “Stefano Fumarulo”.

 “E’ un progetto che guarda al futuro – dice Rino Pezzano, Vicesindaco e Assessore alle Politiche Sociali e del Lavoro, del comune ofantino – e segna una significativa evoluzione delle prassi d'integrazione nella nostra comunità. Ragione per cui l'Amministrazione comunale lo sosterrà finanziariamente e operativamente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando la cultura diventa integrazione: a Cerignola nasce la Compagnia teatrale degli Abusivi

FoggiaToday è in caricamento