rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Attualità

Torna l'ora legale: lancette in avanti per guadagnare un'ora di luce naturale

Il cambio nella notte tra sabato 26 e domenica 27 marzo: dormiremo meno ma avremo un'ora di 'sole' in più, fino a domenica 30 ottobre. Con questo stratagemma, l'Italia risparmierà oltre 190 milioni di euro

Ci siamo: torna l'ora legale. Come ricorda Today.it, nella notte tra sabato 26 e domenica 27 marzo, dovremo spostare le lancette dell'orologio in avanti di un'ora, tra le due e le tre. Dormiremo un'ora in meno ma avremo un'ora di luce naturale in più per diversi mesi, fino a domenica 30 ottobre quando tornerà in vigore l'ora solare. Per molti dispositivi elettronici come smartphone, pc e tablet l'aggiornamento avverrà in modo automatico. Occorre invece ricordarsi di spostare manualmente le lancette nel caso di altri dispositivi 'meno moderni'.

Torna l'ora legale; quanto risparmia l'Italia

Nei 7 mesi in cui sarà in vigore l’ora legale, secondo le stime di Terna – la società che gestisce la rete di trasmissione nazionale – l’Italia risparmierà oltre 190 milioni di euro, grazie a un minor consumo di energia elettrica pari a circa 420 milioni di kilowattora che consentirà, inoltre, di apportare un importante beneficio ambientale, quantificabile nella riduzione di circa 200mila tonnellate di emissioni di anidride carbonica in atmosfera. Nel periodo primavera-estate, i mesi che segnano il maggior risparmio energetico stimato da Terna sono aprile e ottobre. Spostando in avanti le lancette di un’ora, infatti, si ritarda l’uso della luce artificiale in un momento in cui le attività lavorative sono ancora in pieno svolgimento. Nei mesi estivi l’effetto ‘ritardo’ nell’accensione delle lampadine si colloca nelle ore serali, quando le attività lavorative sono per lo più terminate e fa registrare valori meno evidenti in termini di risparmio elettrico.

Quando torna l'ora solare nel 2022?

Domenica 30 ottobre tornerà l'ora solare e le lancette andranno spostate indietro di un'ora. Dopo questo fine settimana invece avremo un'ora di luce in più di sera, in modo da consumare meno corrente elettrica. Le giornate saranno all'apparenza più lunghe con il buio che arriverà più tardi. In compenso, almeno nei primi giorni, dovremo abituarci a dormire un po' di meno. Il cambio dell'ora può talvolta causare stanchezza, irritabilità, disturbi del sonno e stress. La possibile influenza negativa sull'umore del cambio di orario solitamente svanisce nel giro di pochi giorni, con i vantaggi che l'orario estivo porta con sé.

La conseguenza è un costo minore delle bollette dell'energia (un'ottima notizia, viste le circostanze attuali), e vanno considerati i benefici ambientali. Spostando in avanti le lancette di un'ora, si ritarda l'utilizzo della luce artificiale in un momento in cui le attività lavorative sono ancora in pieno svolgimento. Nei mesi estivi, da giugno ad agosto, l'effetto 'ritardo' nell'accensione delle lampadine si colloca nelle ore serali, quando le attività lavorative sono perlopiù terminate, e fa registrare risultati meno evidenti in termini di risparmio di elettricità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna l'ora legale: lancette in avanti per guadagnare un'ora di luce naturale

FoggiaToday è in caricamento