menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Bullismo e cyberbullismo, adolescenti in trappola: "Ne è vittima il 61%". E nell'anno del Covid-19 vittime sempre più sole

L'allarme lanciato dall'associazione 'Giovanni Panunzio' di Foggia nella Giornata internazionale contro bullismo e cyberbullismo: "Ragazzi e ragazze non si sentono al sicuro sul web"

Ricorre oggi, 7 febbraio, la Giornata internazionale contro bullismo cyberbullismo, che restano le minacce più temute tra gli adolescenti, dopo droghe e violenza sessuale.

"Ne è vittima il 61%", l'allarme lanciato dall'associazione 'Giovanni Panunzio' di Foggia. "Ragazzi e ragazze non si sentono al sicuro sul web e dopo il cyberbullismo, è il revenge porn a fare più paura, soprattutto tra le ragazze. Nell’anno del Covid-19 i giovani esprimono tutta la sofferenza per il senso di solitudine, il 93% di loro afferma di sentirsi solo, con un aumento del 10% rispetto all’anno precedente"

"Il termine bullismo deriva dalla traslitterazione della parola inglese bullying, (to bull) che significa usare prepotenza, maltrattare, intimidire, intimorire. Il bullismo è una forma di comportamento sociale di tipo violento e intenzionale, di natura sia fisica che psicologica, ripetuto nel corso del tempo e attuato nei confronti di persone considerate come bersagli deboli e incapaci di difendersi". 

Ma per combattere la piaga bisogna far scendere in campo gli adulti. "I bambini non nascono bulli, ma viene insegnato loro ad esserlo", conclude l'associazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento