Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Centinaia di migranti nella ex Pista, mentre il Cara è vuoto. "Accogliamoli nel centro per evitare nuove tragedie"

La proposta arriva dall'Associazione Nazionale Oltre Le Frontiere. Il Cara potrebbe garantire una accoglienza di almeno 700 persone durante i mesi più freddi

 

Utilizzare, convertendo provvisoriamente, il Cara per dare accoglienza ai migranti, quasi tutti africani, che a oggi popolano le baracche poste sulla ex pista di Borgo Mezzanone.

Al momento il 'Centro Accoglienza Richiedenti Asilo' è chiuso per mancanza di ospiti. Nell'ultimo periodo gli sbarchi in Italia sono diminuiti a tal punto che alcuni di questi centri sono rimasti vuoti.

Da qui la proposta di Anolf (Associazione Nazionale Oltre Le Frontiere) nelle parole del presidente Mohammed Elmajdi: "Da più di un anno abbiamo fatto questa proposta di accoglienza temporanea, per quella che è una vera e propria emergenza abitativa per quanto riguarda di extracomunitari".

La pista, a seconda della stagione, ospita dalle mille alle duemila persone e il Cara potrebbe garantire l'accoglienza ad almeno 700 persone, durante i mesi freddi, svuotando la pericolosa baraccopoli. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento