Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bombe a Foggia, la risposta della mafia ai 30 arresti "ma i cittadini non rispondano con la rassegnazione"

Il commento della vicepresidente di Libera Daniela Marcone, dopo gli episodi di intimidazione ai danni di due attività commerciali a Foggia.

 

Presente all'incontro 'Percorsi di legalità' con Giovanni Impastato, Daniela Marcone ha commentato gli ultimi episodi di intimidazione ai danni di due attività commerciali a Foggia. 

La vicepresidente di Libera non perde la speranza, e invita tutti, in primis la comunità, a reagire: "Questo attacco è collegato ai 30 arresti di alcune settimane fa. Bisogna tenere duro, essere vicini in maniera concreta ai commercianti e capire che cosa sta succedendo, cosa si sta muovendo. La squadra Stato sta lavorando in manier eccezionale, ma i cittadini devono fare la propria parte non mostrando il volto della rassegnazione".

Una squadra Stato chiamato a dare altre risposte, perché con quei 30 arresti la mafia foggiana non è stata sconfitta, e i due episodi dei giorni scorsi sono una plastica conferma: "E' importante tenere alto il faro sulla città. Questi episodi ci fanno capire che c'è ancora tanto da fare, ma quei 40mila scesi in piazza il 21 marzo 2018 meritano il nostro impegno".

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento