Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sopravvissuta alla bomba atomica di Hiroshima, Hara Francesca Hiroko al liceo Marconi: "Ricordo la pioggia nera e il caldo da morire"

La sua storia, il suo ricordo di quei terribili giorni a margine del convegno oggi organizzato dall'istituto foggiano dal titolo “Il nucleare alza i muri, la comunità li abbatte”. 

 

Hara Francesca Hiroko, testimone dell'olocausto sul nucleare di Hiroshima e Nagasaki, ospite oggi del Liceo Marconi di Foggia. La sua storia, il suo ricordo di quei terribili giorni a margine del convegno oggi organizzato dall'istituto foggiano dal titolo “Il nucleare alza i muri, la comunità li abbatte”. 

La conferenza ha avuto un duplice scopo: riflettere sul nucleare e sulla sua pericolosità, in tutte le sue forme, soprattutto in un momento storico in cui riemergono le tentazioni di un ritorno all’uso dell’energia nucleare; ricordare i 30 anni dalla caduta del muro di Berlino (9-11-1989 / 9-11-2019), frutto di una divisione del mondo basata sul terrore nucleare e sulla crescita esponenziale degli armamenti. Al termine si è tenuta la raccolta dei kaki prodotti dall'albero figlio di quello sopravvissuto allo scoppio del 9 agosto 1945).

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento