Attualità

La storia di Besim, il giovane 'poeta' del 'Pavoncelli' che seguiva le lezioni in dad nella sua auto

Il giovane diplomando di origini albanesi è tra i vincitori di un concorso indetto dalla diocesi di Cerignola-Ascoli. Durante il lockdown, saliva in macchina per raggiungere il centro abitato più vicino dotato di una connessione buona che gli garantisse la possibilità di seguire le lezioni online

C'è chi ha visto nella Dad una risorsa fondamentale per fronteggiare l'emergenza Covid, eppure non per tutti gli studenti è stato 'rose e fiori'. Il già di per sé preoccupante fenomeno della dispersione scolastica è stato ulteriormente aggravato dalla pandemia. Una recente inchiesta realizzata dalla Comunità Sant'Egidio ha infatti evidenziato che circa 1 minore su 4 è considerato a rischio dispersione. Il rischio dispersione, inoltre, risulta essere 3 volte più alto nelle regioni del Centro-Sud.

Tuttavia, in un periodo così cupo e ricco di incertezze, ci sono anche le belle storie da raccontare. C'è chi non si è perso d'animo e ha affrontato le difficoltà con la tenacia di chi vuole crescere, sfidare se stesso, dare ristoro alla fame di conoscenza. Nei giorni scorsi è diventata virale la foto che ritraeva una giovane ragazza filippina, intenta a studiare di notte su un ponte, per sfruttare il segnale wifi di un hotel vicino al fiume Naga. La foto, oltre a denunciare il disagio di chi non può godere dei vantaggi offerti dalla tecnologia, ha anche messo in luce la gigantesca tenacia della giovane studentessa . 

Non ha dovuto studiare su un ponte, ma ha comunque dovuto fronteggiare delle difficoltà considerevoli anche Besim Sina, giovane studente di origini albanesi, diplomando presso l'Istituto 'Pavoncelli' di Cerignola, indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica. La storia di Besim è di quelle che toccano il cuore e racconta la determinazione di un ragazzo che, sprezzante di ogni difficoltà e disagio provocato dalla didattica a distanza in tempi di pandemia, è riuscito a dar sfogo al desiderio di imparare senza che l'emergenza rappresentasse un ostacolo insormontabile. "Un ragazzo d'oro" - raccontano i suoi docenti da sempre suoi grandi sostenitori - che riesce a trovare anche il tempo per lavorare e dare una mano alla sua famiglia. 

L'impegno del giovane studente è stato pressoché esemplare: non godendo di una connessione sufficientemente stabile per seguire le videolezioni nella propria abitazione, durante il lockdown Besim ogni mattina saliva in macchina per raggiungere il centro abitato più vicino dotato di una connessione buona che gli garantisse la possibilità di seguire le lezioni online. Che fosse una giornata di pioggia o caratterizzata dalle rigide temperature invernali, Besim era puntualmente connesso alla piattaforma sul sedile della propria auto. 

Besim ha trasformato le avversità in opportunità. Senza perdere, ma coltivando sempre di più, le sue passioni, come quella per la poesia. E un suo componimento dal titolo 'Stella imperfetta' è risultato tra i vincitori di un concorso bandito dalla diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano, dal titolo 'Il volto dell'altro, tra sguardo e sentimenti'. La commissione incaricata ha apprezzato i versi di Besim, che ritirerà il premio a fine giugno dalla mano del vescovo, presso il Duomo di Cerignola. 

“Quanto dolore

nasconde quel volto.

Dietro quella maschera,

dietro quel sorriso,

si celano piccoli spiragli di luce

per chi ha visto il buio

più profondo.

Occhi lucidi, occhi gelidi,

mi dicono tutto di te

e di quel dolore che conservi

nello scrigno luccicante

del tuo cuore.

Non so dirti

quanto amo quegli occhi dolceamari,

non so dipingerne

la bellezza consumata

e lo splendore velato

dalle nubi della vita.

Il tuo volto è fiero e triste,

forte e delicato,

la tua bocca appassionata

e mai arresa.

Quella luce,

accesa e sfolgorante,

a volte spenta e disillusa,

fa di te la mia stella polare.

Guidami tu,

stella imperfetta,

volto rassicurante,

vera bellezza

in un tempo imperfetto”.

Besim Sina 

Non si tratta della prima gioia per Besim, già plurivincitore del concorso 'Memorial Carbone' con le poesie 'Estate Albanese', 'Il primo giorno' e 'Vieni con me'. Ma questo ultimo premio non può che assumere un valore speciale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia di Besim, il giovane 'poeta' del 'Pavoncelli' che seguiva le lezioni in dad nella sua auto

FoggiaToday è in caricamento