L’Audace per il sociale, i calciatori del Cerignola incontrano i ragazzi diversamente abili. Il plauso di Pezzano: “Iniziativa da replicare”

Domani alle 19.30 incontro presso il roof garden del Grieco Business e Spa Hotel di Cerignola. Il presidente Grico: “Trascorreremo una bella serata insieme”. Pezzano: “Ripetiamo l’iniziativa a fine campionato, magari anche per festeggiare la promozione”

L'Audace Cerignola non si ferma e dedica una serata ai ragazzi della Cooperativa Sociale SuperHando e dell'Associazione Superamento Handicap di Cerignola. Giovedì 7 marzo, alle ore 19.30, presso il roof garden del Grieco Business & Spa Hotel di Cerignola (corso Scuola Agraria), i calciatori dell'Audace incontreranno i ragazzi diversamente abili della cooperativa. L'occasione sarà propizia per conoscere i propri beniamini, stare insieme e scattare qualche foto ricordo. Nel corso della serata vi sarà anche un buffet preparato dal Verve Restaurant, tra i promotori dell’appuntamento.

L'iniziativa nasce dal sogno di uno dei giovani ragazzi della cooperativa che ha espresso il proprio desiderio di incontrare la squadra della propria città, la squadra del proprio cuore.

“Siamo davvero felici di questa iniziativa - spiega il presidente dell’Audace Cerignola, Nicola Grieco. L’Audace Cerignola non è solo calcio ma anche sociale. Siamo in campo ogni giorno con la nostra società al fine di poter offrire un valore aggiunto alla nostra comunità. La scuola calcio, i tanti bambini e le tante famiglie che la frequentano ne sono esempio. Vogliamo essere vicini alle associazioni ed al mondo del volontariato, alle scuole e alle parrocchie così come avvenuto in occasione dell’ultima gara casalinga col Savoia. Il nostro auspicio per giovedì è quello di trascorrere una bella serata insieme e di regalare un sorriso ai nostri piccoli grandi amici della cooperativa Superhando e dell’associazione Superamento Handicap”.

"Che bella l'iniziativa per il sociale dell'Audace. È importante sostenerla e sarà ancora più importante ampliarla e amplificarla", il commento di Rino Pezzano, vice sindaco e assessore alle Politiche sociali del Comune di Cerignola, che esprime "piena condivisione" dell'evento organizzato dalla società calcistica.
"Lo sport, anche quello agonistico, è un formidabile strumento di socializzazione ed un generatore di empatia – aggiunge Pezzano – e può essere di grande aiuto per superare le barriere materiali e relazionali che, ad esempio, i ragazzi diversamente abili si trovano ad affrontare quotidianamente.
Immagino quanto coraggio abbia avuto Vito Biancofiore a superare ogni timidezza e ad esprimere pubblicamente il desiderio di incontrare i ragazzi dell'Audace. Quelli che sostiene 'ogni maledetta domenica' calcistica con passione e partecipazione. Il suo coraggio è stato premiato dalla sensibilità di Nicola Grieco, il presidente dell'Audace, e di Nicola e Matteo, infaticabili gestori del Verve Restaurant.
A loro, innanzitutto, mi rivolgo per rilanciare una sorta di buona sfida: replichiamo l'iniziativa in programma domani coinvolgendo tutte le associazioni del Terzo Settore e facciamolo a fine campionato. Anche per festeggiare l'Audace e, magari, la promozione. Magari ne parliamo domani -conclude Pezzano- brindando alla nostra squadra di calcio e al piacere di condividere la gioia dei ragazzi di SuperHando".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento