menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Cerignola ecco il servizio di assistenza educativa domiciliare

Ad operare saranno educatori laureati in possesso dei requisiti specifici previsti dal regolamento e selezionati direttamente dall’aggiudicatario del servizio. Pezzano: “Interveniamo preventivamente nei contesti in cui si innestano evasione scolastica, micro delinquenza, abusi di vario genere"

Sostenere le famiglie che vivono in una condizione di disagio socio-relazionale e nelle quali sono presenti uno o più minori a rischio di devianza sociale e/o di emarginazione è l'obiettivo del servizio di Assistenza Educativa Domiciliare (A.D.E.) attivato dall'Ambito territoriale del Piano Sociale di Zona di Cerignola.

Sviluppo comunicativo e delle relazioni interpersonali sono i focus operativi del servizio che definiti e declinati nel Progetto Educativo Individualizzato (P.E.I.) che garantirà:

- interventi educativi rivolti direttamente al minore e differenziati in base alla sua età;

- interventi di sostegno alla famiglia nello svolgimento delle sue funzioni educative e di cura, per promuovere l’educazione all’ascolto e la comprensione dei bisogni dei figli;

- definizione condivisa e reciproca osservazione delle regole educative;

- mediazione delle relazioni familiari;

- sostegno ai genitori nella gestione del rapporto con i servizi e le istituzioni.

Ad operare saranno educatori laureati in possesso dei requisiti specifici previsti dal regolamento e selezionati direttamente dall’aggiudicatario del servizio.

Lo scorso 7 dicembre è stato pubblicato sul sito web del MEPA l'Avviso per l’affidamento della gestione del Servizio. Le domande dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12 del 10 gennaio 2019. Ogni utile informazione potrà essere richiesta inviando una comunicazione sul portale del MEPA (www.acquistinretepa.it) e presso l’Ufficio di Piano del Municipio di Cerignola nei giorni di apertura al pubblico.

“Sperimentiamo per primi e per la prima volta in Capitanata questo servizio di assistenza -spiega il presidente del coordinamento istituzionale dell’Ambito di Cerignola Rino Pezzano- Un servizio a forte valenza preventiva che mira a facilitare il riconoscimento e la risoluzione delle problematiche dei minori all'interno del nucleo familiare.

Infatti, i professionisti coinvolti dovranno essere in grado di leggere i bisogni specifici dei ragazzi e di intervenire positivamente nelle dinamiche familiari, anche in sinergia con gli operatori degli altri servizi già attivi.

Proseguiamo l'impegno del Piano Sociale di Zona in direzione dell'ampliamento della rete di protezione e sostegno -conclude Pezzano- anche introducendo forme di intervento, per noi innovative, nei contesti comunitari in cui si innestano evasione scolastica, micro delinquenza, abusi di vario genere”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Attualità

L'impianto di compostaggio di San Severo si farà: ha vinto Saitef, il Consiglio di Stato certifica il 'pasticcio' del Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento