rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Attualità Accadia

'Blindatissima' troupe americana in azione ad Accadia: Rione Fossi diventa la Palestina dell'anno zero

Da un mese, circa 500 persone - tra attori, maestranze e figuranti - si aggirano nel borgo sui Monti Dauni. In corso, gli ultimi 'ciak' di ‘Pins and needles’, una comedy con protagonista l’attore francese Omar Sy, del film ‘Quasi Amici’

Da circa un mese, Accadia ospita una imponente troupe cinematografica americana, impegnata nella fase finale delle riprese della comedy ‘Pins and needles’ (ovvero ‘aghi e spilli’), con protagonista l’attore francese Omar Sy, noto al grande pubblico per il film ‘Quasi Amici’.

Fino a 500 persone hanno ‘invaso’, nei giorni di massima concentrazione, il borgo sui Monti Dauni: la magia del cinema ha trasformato il Rione Fossi nella Palestina dell’anno zero, ripopolato con centinaia di attori, figuranti, professionisti e maestranze, in cui ambientare in chiave ironica alcuni racconti della Bibbia, per un film religioso ‘alternativo’ rispetto ai classici.

“Per gli accordi di riservatezza richiesti dalla produzione abbiamo dovuto mantenere massimo riserbo sulle attività in corso”, spiega a FoggiaToday il sindaco di Accadia, Agostino De Paolis. “Non è stato facile tenere nascosta una macchina così imponente ma ce l’abbiamo fatta”. Le riprese sono partite nel mese di novembre dalla zona dei ‘Sassi’ di Matera per poi spostarsi, a inizio 2023, sui Monti Dauni. E più precisamente ad Accadia, destinataria di un importante investimento per il Bando Borghi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (qui i dettagli delle 14 linee di intervento).

“Ospitare una produzione così grande e importante ha avuto delle ricadute importanti per tutto il territorio. Nell’immediato, registriamo quelle in termini di economia, accoglienza, turismo e visibilità. Ma il nostro obiettivo è a lungo termine: grazie anche agli interventi finanziati dal Ministero della Cultura vogliamo fare del Rione Fossi un borgo di attrazione in ambito regionale e nazionale”, puntualizza De Paolis. La presenza della troupe di ‘Pins and needles’ è stata quindi una sorta di test generale: “L’obiettivo è ripetere questo tipo di esperienza in maniera più ampia, sistematica e diffusa, promuovendo nel contempo occasioni e iniziative che vadano ad arginare e contrastare il fenomeno dello spopolamento e impattando positivamente in termini economici, culturali e sociali”.

In generale, il territorio ha risposto positivamente alla chiamata degli americani: “Siamo riusciti ad assorbire, in termini di ricettività, gli arrivi sul territorio (nei giorni di massima concentrazione abbiamo registrato fino a 500 persone). Per il futuro puntiamo sul potenziamento delle infrastrutture e contiamo anche su un intervento della Regione Puglia, con ulteriori investimenti mirati”, aggiunge il primo cittadino. Sul piano dell’accoglienza, invece, “c’è stata una sorpresa generale: rispetto al primo sopralluogo tecnico, destinato a valutare la funzionalità del borgo rispetto alle attività da svolgere, ne è stata apprezzata anche la bellezza dei luoghi circostanti e l’autenticità del borgo e della sua accoglienza, dei suoi prodotti tipici, delle attività di nicchia. Inoltre, sono stati assoldati numerosi figuranti e comparse in loco, dando la possibilità a tanti di vivere un’esperienza su un set cinematografico”, aggiunge.

Mentre la produzione si avvia verso gli ultimi ‘ciak’, stanno per partire i primi cantieri del maxi intervento previsto su Accadia: “E’ arrivata una prima tranche di finanziamento, di circa 2milioni di euro, e i primi due cantieri sono in partenza: il primo riguarda Palazzo De Stefano, con intervento già in fase di realizzazione, l’altro riguarda Palazzo Maselli e contiamo di aprire il cantiere a brevissimo. Le linee di intervento sono 14 e molti interventi sono in fase di progettazione o affidamento dei lavori. Tra questi, quello relativo alla Chiesa Matrice, la cui progettazione è stata affidata all’Asset Regionale, e quello che riguarderà il Palazzo Ducale”.

“Su Accadia è stato fatto un investimento ampio e variegato”, conclude il sindaco. “Una parte è destinata alla realizzazione dei grandi eventi, tra cui oggi possiamo inserire senza tema di smentita anche la realizzazione di un film. Il Rione Fossi, infatti, è un set cinematografico a cielo aperto”. Il protagonista di ‘Pins and needles’, Omar Sy, è un attore comico, cabarettista e doppiatore francese di origini senegalesi e mauritane, che, dopo la partecipazione a ‘Quasi amici’, uno dei film di maggior successo di tutti i tempi in Francia, è sbarcato a Hollywood recitando in X-Men, Jurassic World e diventando protagonista nel 2018 della produzione Netflix ‘Lupin’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Blindatissima' troupe americana in azione ad Accadia: Rione Fossi diventa la Palestina dell'anno zero

FoggiaToday è in caricamento