Stop ai cani abbandonati da una città all'altra: arriva il lettore di microchip per ogni posto di blocco

L'iniziativa di LNC Vieste: ora le forze dell'ordine cominceranno a controllare i microchip degli animali presenti nei veicoli per prevenire gli abbandoni da una città ad un'altra

Un momento dell'incontro

Nell'ambito delle attività della task force del progetto 'Zero cani in canile', si è tenuto il 14 febbraio un incontro operativo presso il Comando di Polizia stradale di Vieste con Polizia e Carabinieri promosso dai volontari LNDC Vieste

A partire dai prossimi giorni infatti, le suddette Forze dell'ordine, dotate dal Comune di Vieste di lettore microchip, durante i posti di blocco di routine cominceranno a controllare i microchip degli animali presenti nei veicoli. Questo per prevenire gli abbandoni da una città ad un'altra.

"Vieste sta lavorando a 360° per debellare definitivamente il vagantismo" afferma la presidente LNDC Vieste Nicoletta  Pagano. "Ma da altri paesi la gente viene ad abbandonare cani e questo é illegale, anche perché  la legge vieta al cittadino di prelevare cani dal territorio. Ne abbiamo già trovati due di Monte Sant'Angelo, l'ultimo in ordine temporale, é un cane anziano di Peschici che faremo adottare". Chiunque verrà  trovato con animali a bordo senza microchip sarà denunciato per abbandono (art 627 del codice penale).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento