Incredibile in serie B, il Tar annulla la delibera del Consiglio direttivo. I playout si giocano, ma per il Foggia tutto dipende dal Palermo

Dopo l'udienza di 30 minuti il Tribunale (al quale il Foggia ha fatto ricorso) ha deciso per una sospensione cautelare che annulla la delibera del Consiglio Direttivo. A questo punto le sorti dei rossoneri e quello dei siciliani tornano a intrecciarsi

La Curva Nord (Ph. R. D'Agostino)

Ennesimo colpo di scena in serie B e non sarà l'ultimo. È notizia di poco fa la decisione del Tar del Lazio di sospendere la Delibera del 13 maggio scorso, nella quale il Consiglio Direttivo della Lega B aveva annullato i playout. 

Come si legge nel documento ufficiale del Tribunale Amministrativo regionale del Lazio (al quale il Foggia calcio aveva annunciato il ricorso "La modifica della graduatoria del campionato, a seguito della retrocessione della squadra del Palermo, in realtà, provoca uno scorrimento che ha come effetto quello di permettere la disputa dei playout a squadre diverse rispetto a quelle individuate nella precedente graduatoria, le quali, per effetto dello scorrimento medesimo, si trovano nelle posizioni di quart’ultima e quint’ultima; il citato verbale ha, in tale ottica, attribuito valore alla retrocessione della squadra palermitana, nell’ambito della graduatoria, disponendo la possibilità per la A.C. Perugia Calcio di disputare i playoff, ancorché essa non fosse collocata in posizione utile prima della retrocessione del Palermo; appare, pertanto, configurabile una situazione di disparità di trattamento nell’ambito delle modifiche alla medesima graduatoria. 

Ritenuto, conclusivamente, sussistente un pregiudizio grave ed irreparabile per la parte ricorrente a cui sarebbe da subito preclusa la possibilità di disputare i playout e quindi avere la chance di permanere nella serie B; considerato che la stagione sportiva è nella fase finale ed è necessario preservare le condizioni sportive ed agonistiche della squadra per sostenere le partite di playout, che non possono avvenire nell’imminenza dei nuovi campionati di calcio.

Per questo motivo accoglie la domanda cautelare, fissa per la trattazione collegiale la camera di consiglio del giorno 11 giugno 2019. Il presente decreto sarà eseguito dall'Amministrazione ed è depositato presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti". 

A questo punto il Foggia torna a sperare, ma tutto dipenderà da cosa deciderà la Corte Federale d'Appello in merito alla retrocessione in serie C del Palermo decisa in primo grado dal Tribunale Federale. La società rosanero, infatti, ha fatto ricorso contro la retrocessione e restano i margini di un ammorbidimento della pena in appello: una eventuale robusta penalizzazione, infatti, salverebbe i siciliani dalla retrocessione ma nel contempo li estrometterebbe dai playoff; la pena, insomma, manterrebbe il suo carattere afflittivo. 

La Lega B prende atto 

Intanto, una breve nota sul sito della Lega B, si annuncia che il Consiglio Direttivo, riunitosi a Milano, ha "sospeso la delibera del 13 maggio (nella parte concernente i playout), fino alla Camera di Consiglio del prossimo 11 giugno, fissata per la trattazione collegiale". 

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Potrebbe interessarti

  • Proprietà e benefici dei lupini

  • Rimedi naturali per pulire la piastra del ferro da stiro

  • Le bracerie a Foggia: i posti giusti per gli amanti della carne

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

I più letti della settimana

  • Tragedia nelle campagne del Foggiano: bracciante agricolo muore schiacciato da un trattore

  • La Capitanata in lutto: è morta la 'nonna d'Europa' Giuseppa Robucci, si è spenta a 116 anni (e 90 giorni)

  • "Sono il ragazzo che ti ha fatto male", 17enne chiede perdono all'agente investito: "Scusa, ho avuto tanta paura"

  • Esplode silos in azienda cereagricola: paura ad Ascoli Satriano

  • Attimi di paura in ospedale: violento irrompe in Pronto Soccorso, aggredisce infermiere e lancia in aria pc e defibrillatore

  • Ragazze sfruttate e fatte prostituire, le camere in pieno centro a Foggia: in carcere maitresse (nei guai locatori)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento