Foggia Capitale della Scherma: pubblico rapito dagli assalti degli atleti non vedenti

Momento clou della manifestazione organizzata dal Circolo Schermistico Dauno la gara tra Francesco Paolo De Stasio e Michela Cota. "E' la dimostrazione di come "un sogno possa trasformarsi in realtà"

Francesco Paolo De Stasio e Michela Cota

Dal 23 al 24 novembre, Foggia è stata protagonista di un grande evento: la seconda prova nazionale di qualificazione Cadetti di sciabola e fioretto, competizione cui hanno preso parte circa 600 atleti di età compresa tra i 15 ed i 17 anni.

A fare da cornice all’evento organizzato dal Circolo Schermistico Dauno lo storico Palazzetto della Scherma che ha permesso di allestire ben 23 pedane. Buono, ma che lascia dell’amaro in bocca  il piazzamento di Saul Morlino che nella gara di sciabola è stato artefice di un’ottima prestazione conquistando il 5° posto, dopo aver perso contro Leonardo Dreossi per l’assalto che avrebbe dato accesso alla semifinale.

Anche Marcello De Vivo ha ben difeso i colori del Dauno concludendo in 13^ posizione, 82° invece Michele Albanese, cadetto primo anno ancora troppo intimidito dalla nuova categoria. Il giorno successivo a salire in pedana è toccato alle sciabolatrici Serena Pia D’Angelo 55^, Sara Carapella 60^, Chiara Palumbo 88^ e Giorgia Esposito 90^, evidentemente emozionate di tirare davanti a parenti ed amici giunti al palazzetto per vederle in azione.

Ma il clou della manifestazione, che ha emotivamente raggiunto gli animi degli spettatori,  è stato quando sono scesi in pedana Francesco Paolo De Stasio e Michela Cota due giovani atleti non vedenti che si sono cimentati in un assalto di scherma dando dimostrazione di come “un sogno possa trasformarsi in realtà”.

Grande soddisfazione per la riuscita dell’intera manifestazione da parte del presidente Dauno Morlino che tiene a sottolineare quanta importanza rivesta  l’assegnazione di una gara nazionale al Circolo Schermistico Dauno che rappresenta una conferma dell’attenzione e della stima di cui il Circolo gode in ambito federale. E di questa stima non può che beneficiarne tutta la città perché un evento di tale entità porta dei soldini nelle casse di un bel numero di esercenti foggiani.

Morlino esprime compiacimento anche per i risultati giunti domenica 24 novembre da Nocera Umbra dove altri atleti foggiani della categoria Master hanno portato a casa ben 4 coppe ad opera delle bravissime Aurelia Tranquillo 2^ nella gara di sciabola  e  Gabriella Lionetti con due terzi posti nelle specialità sciabola e fioretto femminile ed il  veterano Carlo Nicastro anch’egli giunto terzo nella gara di sciabola maschile; nulla di fatto, invece, questa volta per la campionessa italiana in carica Nadia Caputo, ottava, rientrata dopo un lungo periodo di assenza dalle pedane.

Potrebbe interessarti

  • Proprietà e benefici dei lupini

  • Rimedi naturali per pulire la piastra del ferro da stiro

  • Le bracerie a Foggia: i posti giusti per gli amanti della carne

  • Cosa fare in caso di puntura da medusa?

I più letti della settimana

  • Tragedia nelle campagne del Foggiano: bracciante agricolo muore schiacciato da un trattore

  • La Capitanata in lutto: è morta la 'nonna d'Europa' Giuseppa Robucci, si è spenta a 116 anni (e 90 giorni)

  • Attimi di paura in ospedale: violento irrompe in Pronto Soccorso, aggredisce infermiere e lancia in aria pc e defibrillatore

  • Esplode silos in azienda cereagricola: paura ad Ascoli Satriano

  • Spaccate e micidiali bombe, così assaltavano i bancomat di Foggia: due arresti (si cercano i complici)

  • Ragazze sfruttate e fatte prostituire, le camere in pieno centro a Foggia: in carcere maitresse (nei guai locatori)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento