Il calcio sanseverese a rischio: la società si dimette in blocco e consegna il titolo al Sindaco

La decisione presa dai vertici societari "dopo che nessuno si è proposto di affiancare i soci nel progetto, dopo il silenzio assordante di una Città, di una tifoseria e di tutti gli esponenti politici, incuranti della nostra richiesta di aiuto"

Colpo di scena a San Severo. La società ha comunicato la decisione di dimettersi in blocco e di consegnare il titolo sportivo di Eccellenza al Sindaco di San Severo Francesco Miglio. Una scelta forte giunta all'unanimità. 

"Abbiamo preso questa scelta dato che, dopo la conferenza stampa e dopo aver fatto l’ennesimo sforzo, l’iscrizione, nessuno si è proposto di affiancare i soci nel progetto, e dopo il silenzio assordante di una Città, di una tifoseria e di tutti gli esponenti politici, incuranti della nostra richiesta di aiuto. 

Purtroppo, dopo svariati campionati disputati con le sole forze economiche personali dei Soci, senza possibilità di fare incassi e sponsorizzazioni per via di una struttura, il Ricciardelli, non idonea per fare calcio e per dare visibilità alle aziende locali (è omologata per soli 750 spettatori e non dispone neanche di una piccola tribuna coperta ed una postazione per le telecamere) e per la richiesta di premi preparazione per ben otto calciatori che hanno vestito la maglia giallogranata nel campionato Juniores Nazionale, da parte di una società calcistica minore, la società si trova in una situazione di oggettiva difficoltà che le impedisce di proseguire. 

La Eagles della Presidente Marcella Bocola, e degli ex del San Severo Calcio, Antonio Adesso, Leo Conenno, Gino Nardino e Ciro Mennella (proprio quest’ultimo guidò tecnicamente proprio la nostra Juniores Nazionale portandosi i ragazzi in questione dalla sua Eagles in squadra) a cui affidammo il settore giovanile in quella stagione a fronte di un impegno preciso e scritto, quello di rinunciare ai premi preparazione, evidentemente pensando solo alle loro tasche anziché alla crescita dei loro giovani calciatori e incuranti della scrittura privata controfirmata, hanno fatto appello alla giustizia sportiva che, non riconoscendo la succitata scrittura, valida comunque per la giustizia ordinaria, ha condannato il San Severo calcio al pagamento in loro favore della cifra assurda di 31mila euro entro venerdì 2 Agosto 2019 alle ore 16:00, che aggiunti al pagamento degli arretrati a calciatori e staff (che saranno regolarmente pagati), condiziona fortemente questa compagine societaria a programmare il prossimo campionato. 

Chi vorrà fare Calcio a San Severo, partendo già dall’Eccellenza, non dovrà far altro che trovare una transazione sia con la Eagles che con l’ex tecnico Costanzo Palmieri, il quale anche lui ha fatto una vertenza per euro 4800 circa, il tutto sempre entro e non oltre venerdì 2 Agosto 2019 ore 16:00 con la consegna delle due liberatorie alla Figc, pena l’esclusione del At. S. Severo dagli organici dell’ Eccellenza 2019/20. Tutta la restante debitoria, fiscale e di qualsiasi altra natura , rimarrà a totale carico della Società dimissionaria. Chiunque fosse interessato potrà rispondere in tempi brevi alla manifestazione di interesse fatta dal Sindaco la settimana scorsa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Cerignola: spara e uccide la vicina, ferisce la moglie e poi si toglie la vita

  • Scacco al clan: maxi operazione antimafia di Carabinieri e Cacciatori, 50 arresti (anche a Foggia e Cerignola)

  • Mamma 'scatenata', in auto con i figli minori forza posto di blocco e avvia pericoloso inseguimento

  • Mafia garganica: catturato alle Canarie 'U meticcio', è rientrato in Italia dopo l'arresto del blitz 'Neve di Marzo'

  • Aggredito il consigliere comunale Massimiliano Di Fonso: picchiato da 5 uomini, finisce in ospedale

  • Ladri di olive in azione, dipendenti del frantoio fingono di non accorgersene. Irrompono i carabinieri, un arresto e furto sventato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento