L’ASD San Marco vola: 3 a 0 al Monte Sant’Angelo ed è seconda dietro il Cerignola

Le reti nel primo tempo di Michele Coco, nella ripresa dei nuovi entrati Ramunno e Pertosa. I ragazzi di mister Iannacone salgono al secondo posto in classifica insieme al Modugno

Al termine della gara

Anche il Monte Sant’Angelo si arrende alla dura legge del Tonino Parisi. Nel derby garganico di San Michele, l’ASD San Marco di mister Marcello Iannacone piega  la compagine di D’Arienzo con un rotondo tre a zero al termine di una sontuosa prestazione. Un successo meritato per quanto visto in campo, ma avere la meglio di D’Ambrosio e compagni non è stata una passeggiata.

Con Michelangelo Marchitto tra i pali – il Donnarumma sammarchese all’esordio assoluto da titolare in campionato – e il rientro di Capitan Gualano, l’ASD San Marco dimostra sin dalle prime battute di gioco – con una traversa colpita da Camillo – di voler portare a casa l’intera posta in palio. I padroni di casa spingono alla ricerca del vantaggio e reclamano un penalty per atterramento in area di Catalano, ammonito per simulazione.

L’equilibrio in campo si spezza sul finire dei primi 45 minuti grazie a Michele Coco che trasforma in oro una bella intuizione di Iannacone. Al rientro dagli spogliatoi gli ospiti provano a reagire ma i celeste-granata falliscono in raddoppio in contropiede con il neo entrato Ramunno in due occasioni e con Barbone, autore di una pregevole cavalcata interrotta dalla prontezza del portiere in uscita.

Il raddoppio è nell’aria e lo sigla Matteo Ramunno, che alla terza occasione, servito da un lampo di genio di Coco – anche quest’oggi tra i protagonisti – non sbaglia e insacca alle spalle dell’estremo difensore montanaro. Sul finire di gara c’è gloria anche per Pertosa. Entrato da poco, il mancino foggiano – sempre in contropiede - sigla la sua prima rete in campionato con un bel tocco dalla distanza ad anticipare il disperato tentativo del numero uno ospite di evitare il terzo gol.

Finisce 3 a 0 per la compagine del presidente Tommaso Martino. Al triplice fischio finale dell’arbitro sugli spalti scoppia la gioia per un successo che vale doppio. Dopo undici giornate, infatti, la matricola ASD San Marco è seconda in compagnia del Modugno alle spalle della corazzata Audace Cerignola. Un risultato impensabile alla vigilia del campionato ma non casuale. I celeste-granata vincono e convincono. E domenica prossima c’è l’altro derby con la Madrepietra Apricena in trasferta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Queste le parole dell’allenatore-giocatore Marcello Iannacone: "Avevamo tanta rabbia per la sconfitta di Canosa dopo aver sbagliato l'impossibile e l'abbiamo riversata in campo. Faccio i complimenti ai ragazzi che non hanno mai perso la lucidità e hanno affrontato una signora squadra come il Monte con l'atteggiamento giusto, conquistando tre punti importanti e voluti fortemente. Per ora ci godiamo questa vittoria, ma sappiamo che la strada per il raggiungimento dei nostri obiettivi è ancora lunga. Chiaramente quando ci sono tante persone intorno a noi che ci aiutano e ci sostengono, diventa tutto molto più facile ed è a loro che vogliamo dedicare questa vittoria"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Tragedia ad Alberona, c'è una vittima: estratto dalle macerie il corpo di una donna: nel crollo 6 persone tratte in salvo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento