In 150 sul tatami: a Foggia la grande festa del piccolo karateka

Il 9 marzo si è svolta la 2ª edizione del Gran Premio Giovanissimi città di Foggia organizzata nei minimi dettagli dal Centro Studio Karate Shotokan, guidata dal Maestro Francesco Morlino

Un momento della giornata

Si è svolta il 9 marzo nella palestra dell’Istituto Tecnico Industriale “Leonardo da Vinci”, la 2ª edizione del Gran Premio Giovanissimi città di Foggia organizzata nei minimi dettagli dal Centro Studio Karate Shotokan, guidata dal Maestro Francesco Morlino in collaborazione con l’ASI, ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni.

In un vero e proprio clima di festa i bimbi delle 16 società partecipanti con circa 150 concorrenti, si sono divertiti tra animazione e il percorso che il gran premio giovanissimi prevede per loro. Contemporaneamente sul tatami montato nella stessa struttura, si confrontavano nelle specialità kata e kumite gli ES A per una tappa del trofeo Puglia fortemente voluta dal  vice-presidente del comitato Regionale FIJLKAM  Puglia settore karate Sabino Silvestri, per far crescere i ragazzi pugliesi che si affacciano all’agonismo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Eccellente la prova dei ragazzi del maestro Morlino che hanno ottenuto ottimi piazzamenti con Davide Marchitelli che è salito sul gradino più alto del podio nella categoria di peso 45 kg. Medaglia d’argento a Flavio Lo Muzio che ha gareggiato nella categoria 55 kg l’altra medaglia d’argento va a Francesco Armillotta nella categoria 68 kg. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

  • Taglio e piega a domicilio, nonostante il Coronavirus: sorpresa e denunciata parrucchiera abusiva

Torna su
FoggiaToday è in caricamento