Serie B, il Foggia rinuncia alla domanda cautelare. Ora il Tar si pronuncerà nel merito

Nell'ordinanza della Prima Sezione del Tar, il Tribunale dà atto della rinuncia della società rossonera. A questo punto si dovrà pronunciare sull'esclusione del Foggia dai playout, per il quale il sodalizio dauno chiede la riammissione in B o un risarcimento

Giungono novità (in parte previste) dal Tar del Lazio. Con un'ordinanza pubblicata poco fa, il Tribunale Amministrativo Regionale (Sezione Prima Ter) ha "dato atto della rinuncia alla domanda cautelare"  dichiarata dai legali del Foggia calcio Antonio Catricalà, Luigi Alfonso Fischetti e Fabio Baglivo. 

Si tratta di una mossa prevedibile, dato che la domanda cautelare riguardava la disputa dei playout, in opposizione all'annullamento deliberato dal Consiglio Direttivo della Lega B lo scorso 13 maggio. Playout che, com'è noto, sono terminati la scorsa settimana con la vittoria della Salernitana sul Venezia. 

A questo punto il Tar dovrà pronunciarsi nel merito del ricorso, ovvero stabilire se il Foggia - dopo la retrocessione del Palermo decisa dal Tribunale Federale - avesse diritto a disputare i playout.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scossa di terremoto in provincia di Foggia: l'epicentro a Carpino sul Gargano, il sisma di magnitudo 3.6

  • Terribile incidente sulla Statale 16: morto 36enne di Cerignola, fatale lo scontro tra auto e camion

  • San Severo come 'Gomorra': la pantera forse fuggita dalla residenza di un boss, si teme fuga verso altri comuni

  • La 'caccia' alla pantera si sposta sul Gargano: avvistamenti, in arrivo altri specialisti (trappole farcite e 'Predator')

  • Addio Luca, oggi l'ultimo saluto al 22enne morto in un terribile incidente stradale

  • Marito e moglie di Foggia fermati in stazione dalla Polfer: nel portafogli di lui c'erano due 'chèque' ambigui

Torna su
FoggiaToday è in caricamento