Serie B, il Foggia rinuncia alla domanda cautelare. Ora il Tar si pronuncerà nel merito

Nell'ordinanza della Prima Sezione del Tar, il Tribunale dà atto della rinuncia della società rossonera. A questo punto si dovrà pronunciare sull'esclusione del Foggia dai playout, per il quale il sodalizio dauno chiede la riammissione in B o un risarcimento

Giungono novità (in parte previste) dal Tar del Lazio. Con un'ordinanza pubblicata poco fa, il Tribunale Amministrativo Regionale (Sezione Prima Ter) ha "dato atto della rinuncia alla domanda cautelare"  dichiarata dai legali del Foggia calcio Antonio Catricalà, Luigi Alfonso Fischetti e Fabio Baglivo. 

Si tratta di una mossa prevedibile, dato che la domanda cautelare riguardava la disputa dei playout, in opposizione all'annullamento deliberato dal Consiglio Direttivo della Lega B lo scorso 13 maggio. Playout che, com'è noto, sono terminati la scorsa settimana con la vittoria della Salernitana sul Venezia. 

A questo punto il Tar dovrà pronunciarsi nel merito del ricorso, ovvero stabilire se il Foggia - dopo la retrocessione del Palermo decisa dal Tribunale Federale - avesse diritto a disputare i playout.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

Torna su
FoggiaToday è in caricamento