La prodezza di Gerbo non basta. Kurtisi entra e segna. Pari a Matera

Dopo un primo tempo equilibrato, i rossoneri trovano il gol grazie a un eurogol di Gerbo dai trentacinque metri. I rossoneri resistono al forcing del Matera, ma subiscono il gol del macedone

Il tiro con il quale Gerbo sblocca il risultato

Il Foggia deve rimandare l’appuntamento con la prima vittoria in trasferta. Peccato perché la gara di Matera, giocata offrendo una gara più di sostanza che grazie al bel gioco, era in mano ai rossoneri, passati avanti grazie al gol straordinario di Gerbo. Un pareggio giusto, ma che giunge a pochi minuti dal termine, quando la pattuglia di De Zerbi assaporava già i tre punti.

PRIMO TEMPO – Tutto confermato da ambo le parti, eccezion fatta per l’innesto di Di Chiara al posto di Agostinone. Sorprendente fino a un certo punto, visto la condizione non ottimale dell’esterno foggiano. Dall’altra parte, Dionigi propone il suo 3-4-3 con Pagliarini finto nove, assistito da Carretta e Letizia. Regna l’equilibrio. Più possesso di palla per i padroni di casa, con i rossoneri che tengono bene il campo e provano a colpire di rimessa. Nessuna delle due squadre spicca, così il Matera deve affidarsi alle soluzioni dalla distanza (tutte fuori dallo specchio a parte il tiro di Carretta ben respinto da Narciso), mentre il Foggia ha solo un’occasione nitida, sugli sviluppi di una punizione calciata da Sarno, che porta Viola al tiro da buona posizione, conclusione svirgolata.

LE PAGELLE DEI ROSSONERI 

SECONDO TEMPO – Nelle partite in cui le squadre si annullano o quasi, solo un episodio può cambiare l’inerzia della gara. Ci riesce Gerbo al 3’ con un gol dai 35 metri, che lascia Bifulco di sasso, e fa esplodere il settore destinato ai tifosi rossoneri. Il gol mette i rossoneri nelle migliori condizioni per poter colpire di rimessa, grazie agli spazi che gioco forza i padroni di casa devono concedere. Dionigi lancia D’Agostino al posto di Pagliarini, e Regolanti per Meola passando a un superoffensivo 4-2-3-1, mentre De Zerbi si affida a Floriano, per un Viola generoso ma sciupone quando non controlla bene davanti a Bifulco un pallone recapitatogli da Angelo. Nel Matera c’è spazio anche per Kurtisi, che appesantisce ulteriormente il reparto avanzato. Scelta che dà ragione a Dionigi, visto che l’attaccante la mette dentro due minuti dopo il suo ingresso in campo, bravo a raccogliere la preziosa sponda di petto di Regolanti. Il gol arriva nel momento di maggiore sofferenza del Foggia, che comunque sembrava in grado di tenere botta, considerando anche i pochissimi pericoli corsi da Narciso.

MATERA (3-4-3) Bifulco; Di Lorenzo, Zaffagnini, Piccinni; Meola (20’st Regolanti), De Rose, Iannini, Tomi; Carretta, Pagliarini (9’st D’Agostino), Letizia (35’st Kurtisi). A disposizione: Biscarini, Scognamillo, Armellino, D’Angelo, Rolando, Gammone, Ingrosso. All. Dionigi

FOGGIA (4-3-3) Narciso; Angelo, Loiacono, Gigliotti, Di Chiara (29’st Agostinone); Agnelli, Coletti, Gerbo; Sarno (43’st Bollino), Viola (15’st Floriano), Iemmello. A disposizione: Micale, Bencivenga, De Giosa, D’Allocco, Riverola, Sicurella, Sainz Maza, Lodesani. All. De Zerbi

Marcatori: 3’st Gerbo (F), 37’st Kurtisi (M)

Arbitro: Amoroso di Paola

Ammoniti: Iemmello (F), Narciso (F), Gigliotti (F), Gerbo (F)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla A14 nel Foggiano: morto intrappolato tra le fiamme il conducente di un camion

  • Tragedia alle porte di Foggia: violento schianto contro il muro di una villa, muore 50enne di Orsara

  • Tragedia sfiorata in mare: madre e figlio rischiano di annegare, militare si lancia in acqua e li salva

  • Il tuffo in mare, il malore e la morte: annega a Vieste Rossano Cochis, braccio destro di Vallanzasca detto 'Nanu'

  • Incidente sulla Statale 16, scontro frontale tra due auto: cinque feriti

  • Morsa da un rettile mentre è al lavoro nei campi. Corsa in ospedale per una giovane bracciante: "Era sopraffatta dal dolore"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento