Al "Massimino" regna l'equilibrio. Catania e Foggia non si fanno male

Pari a reti bianche in Sicilia. Rossoneri ben messi in campo, e intraprendenti soprattutto nel secondo tempo, ma poco incisivi sotto porta

Foto d'archivio (ph. Roberto D'Agostino)

Vincere era importante, ma non un obbligo, almeno per il Foggia. I rossoneri lasciano il Massimino con un punto che non desterà sorrisi in ottica classifica (dopo la vittoria con la Lupa Castelli, la Casertana ora è a +8, ndr) ma può essere soddisfacente per la prestazione, di grande sostanza, soprattutto nella ripresa. Nonostante il forfait a gara in corso di Angelo, che ha tolto rifornimenti preziosi sulla corsia destra, la formazione di De Zerbi ha comandato il gioco soprattutto nel secondo tempo, chiuso con il tridente pesante, quando il tecnico rossonero ha intuito che ci fosse la possibilità di vincere la partita. Dall’altra parte, un Catania migliore nel primo tempo, anche se può rammaricarsi per l’occasione sciupata da Calderini al 28’ della ripresa.

Per i rossoneri è ora fondamentale battere la Casertana nel posticipo di lunedì prossimo, per poter accorciare la classifica. Il Catania invece, pur mancando ancora tante giornate alla fine, forse oggi ha salutato le già flebili speranze di agguantare la zona playoff.

Catania-Foggia 0-0

CATANIA (4-3-3) Bastianoni; Parisi, Pelagatti, Bergamelli, Nunzella; Agazzi, Musacci (10’st Russo), Scarsella (41’st Lulli); Calderini, Calil, Rossetti (25’st Plasmati). A disposizione: Ficara, Ferrario, Bacchetti, Garufo, Sessa, Barisic, Di Grazia. All. Pancaro

FOGGIA (4-3-3) Narciso; Angelo (22‘pt Bencivenga), Loiacono, Gigliotti, Di Chiara; Agnelli, Coletti, Gerbo (40‘st Riverola); Sarno, Iemmello, Sainz Maza (22‘st Viola). A disposizione: Micale, De Gioisa, D’Allocco, Lodesani, Sicurella, Bollino, Agostinone, Adamo. All. De Zerbi

Arbitro: Morreale di Roma 1

Ammoniti: Musacci (C), Di Chiara (F), Calil (C), Loiacono (F), Viola (F), Parisi (C)

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Oss, manca poco al "concorsone": 30 (+3) quesiti in 45 minuti, prevista anche una "nursery" per le neomamme

  • Cronaca

    Paura in mare, si sente male su un peschereccio ma sulla sua rotta trova gli angeli della Guardia Costiera: salvato

  • Sport

    Mazzeo chiede una reazione: "Resettiamo tutto. Fischi ad Agnelli? Ha dato tutto per la maglia, merita più rispetto"

  • Economia

    Dopo 14 anni chiude Unieuro a Foggia, persi 20 posti di lavoro: "Ce l'abbiamo messa davvero tutta"

I più letti della settimana

  • Incidente mortale a Foggia: esce fuori strada e si schianta contro il pilone del ponte di via Manfredonia

  • Clamoroso ma vero: diventa papà a 93 anni, la neo mamma ne ha 42 (il parto al Tatarella di Cerignola)

  • Escogita un trucco per superare il quiz della patente, ma viene scoperto e finisce al pronto soccorso

  • Angelica, la studentessa bullizzata "perché femminista e di sinistra". Odio, "puttana" e svastiche. In 52 dicono "Basta!"

  • La lente della DIA sulla Società, che esporta strategie mafiose fuori città: batterie in guerra ma situazione di stallo

  • 'Garganoland', oltre 1500 posti di lavoro e 115 milioni di euro: fermo il mega parco che fa sognare la Capitanata

Torna su
FoggiaToday è in caricamento