Serie D, iscrizione Foggia: c’è Vaccariello, ma anche “Foggia in Rete”

Vaccariello avrebbe i 300mila euro per l'iscrizione. Tiene banco "Foggia in Rete", l'iniziativa portata avanti dal dottore Giuseppe Macchiarola. Curva Sud contro imprenditoria locale

Tifosi del Foggia

Minosse, con le sue proibitive temperature, è andato via. E se i metereologi prevedono l'arrivo di pioggia e temperature più miti, l'aria che si respira negli ambienti del calcio foggiano è sempre la stessa. Fetida e malsana.

Fallito miseramente ogni tentativo di salvare la società rossonera dal fallimento, l’obiettivo resta quello di ripartire almeno dalla Serie D. Categoria infima per una gloriosa squadra come il Foggia, ma è giunto forse il momento che il blasone, la storia, le foto d'archivio, vengano messi da parte; perché non portano soldi o gloria, ma alimentano i rimpianti per un tempo che non c'è più.

ISCRIZIONE SERIE D - Dicevamo dell'iscrizione al campionato di serie D. Se prima l'enorme faraglione da sormontare per Esposito, Pedemonte o chi per loro, in sede di iscrizione alla Lega Pro, era rappresentato dalla mai precisata massa debitoria a cui far fronte, con il fallimento della squadra però il problema non si sarebbe più dovuto presentare.

Così non è stato. Colpo di scena, Esposito dice di non disporre di fondi a sufficienza per garantire l'iscrizione alla serie D. Manca il supporto degli sponsor, perché per acquisire la società, iscriverla al campionato, allestire un organico, servirebbero almeno 1 milione e 300mila euro. Molti meno di quelli che (parole loro) era disposti a spendere per rilevare la società dai Casillo. Forse, quindi, non era solo un problema di massa debitoria. Sull'altro fronte, quello genovese, tutto tace.

TIFOSI VS IMPRENDITORIA - Così come continua a far rumore il silenzio dell'imprenditoria locale. Non un interesse, non una richiesta di informazioni, nessun timido movimento. Un silenzio che però non dispiace alla tifoseria, in particolare ai supporter della curva Sud Piero La Salandra, che con una serie di volantini apparsi in città nei i giorni scorsi, hanno palesato il proprio dissenso verso gli imprenditori foggiani, annunciando anche un attento controllo verso chi manifesterà interesse a rilevare la società. Perché  "non saranno graditi sciacalli e avvoltoi e saranno duramente osteggiati imprenditori del posto che sin ora se la sono guardata, adesso potete restare a guardare i vostri imperi"

Nella giornata di ieri è scaduto il primo avviso pubblico del Comune, ma c'è ancora tempo per provare a chiedere alla Figc di ottenere un titolo sportivo per l'iscrizione alla serie D. Ci sarebbe tempo fino all’8 - 9 agosto.

NOVITA' ALL'ORIZZONTE? – Nella giornata di sabato sono emersi due timidi interessamenti alla costituzione di una nuova società. Il primo farebbe capo all'Asd Foggia Football Club, società di calcio giovanile presieduta da Giuseppe Vaccariello, noto ai più come opinionista di molte trasmissioni sportive, oltre che allenatore di squadre giovanili.

La domanda, che sarebbe giunta oltre il termine stabilito dal bando, sarà vagliata dalle istituzioni, anche se permangono dei dubbi di non poco conto sulla copertura finanziaria. Servono infatti subito 300mila euro per iscriversi al campionato. C'è chi dice che il progetto di Vaccariello sia corroborato da alcuni sponsor.

AZIONARIATO POPOLARE – Contemporaneamente, il dottore Giuseppe Macchiarola, sta portando avanti una nuova iniziativa intitolata "Foggia in rete", che cerca di coinvolgere direttamente i tifosi, attraverso l'azionariato popolare. Macchiarola, in un comunicato stampa pubblicato ieri, ha annunciato che dalla prossima settimana si darà inizio alla raccolta fondi per l'iscrizione al campionato.

"Contestualmente, si pone come riferimento per imprenditori e professionisti che volessero partecipare alla gestione del club per il prossimo anno agonistico e, grazie alla cortese concessione del Comitato Provinciale Coni di Foggia attiva un tavolo permanente di lavoro per raccogliere idee, proposte e adesioni riguardanti il rilancio del calcio foggiano".

Martedì 24 ci sarà una conferenza stampa dove verrà spiegato approfonditamente il progetto con tutte le iniziative ad esso correlate. Il Foggia ai foggiani, forse l'ultimo tentativo di non far scomparire il calcio dal capoluogo dauno.

Lo stesso, nella tarda mattinata di ieri, a Teleradioerre ha rivelato l’interesse di alcuni imprenditori della provincia, ma non di Foggia. Sporting Club Foggia sembra il nome più gettonato.

 

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Potrebbe interessarti

  • Proprietà e benefici dei lupini

  • Rimedi naturali per pulire la piastra del ferro da stiro

  • Le bracerie a Foggia: i posti giusti per gli amanti della carne

  • Cosa fare in caso di puntura da medusa?

I più letti della settimana

  • Cadavere carbonizzato sulla SP 66: le telecamere riprendono la vittima mentre riempie la tanica di benzina con cui si è data fuoco

  • Incidente mortale tra San Severo e Apricena, violento scontro tra auto e tir: purtroppo c'è una vittima

  • Il mare della Puglia è il terzo più bello d'Italia: quello di Vieste, Mattinata, Tremiti e Monte premiato con 4 vele

  • Tragedia nelle campagne del Foggiano: bracciante agricolo muore schiacciato da un trattore

  • Macabro ritrovamento lungo la Provinciale 66: auto in fiamme, dentro c'è un cadavere

  • Esplode silos in azienda cereagricola: paura ad Ascoli Satriano

Torna su
FoggiaToday è in caricamento