mercoledì, 23 aprile 14℃

Il SottoSopra dell'I.T.C. Pascal entra a far parte dell’ACD Foggia Calcio

La società rossonera ha raggiunto un accordo con la redazione de "Il SottoSopra" che arricchirà il lavoro svolto da Arianna Amodeo, Diego Valente ed Enzo Palma

redazione27 ottobre 2012
1

Accordo tra la società rossonera e l’I.T.C. Pascal. Un nutrito gruppo di giovani studenti arricchirà il settore della Comunicazione. Per l'occasione, la consueta conferenza stampa del tecnico Padalino si è svolta presso l'istituto foggiano.

Nella pedagogia odierna il modello TELE dovrebbe garantire a tutte le strutture scolastiche di disporre di un insegnamento che sia attuato con le tecnologie e per le tecnologie. L'I.C.T. Blaise Pascal di Foggia, vanta, sul territorio locale, un'organizzazione didattica al passo con le esigenze pedagogiche odierne.

Nell'ambito delle attività messe in campo dal settore della Comunicazione, l'ACD Foggia Calcio comunica, con grande entusiasmo e soddisfazione, di aver raggiunto un accordo con la redazione de “Il SottoSopra”, composta da un nutrito gruppo di giovani studenti che arricchiranno il lavoro giornaliero degli addetti dell'Ufficio Stampa, Arianna Amodeo e Diego Valente e, del responsabile della Comunicazione, Enzo Palma, per garantire a tutti un servizio tutt'altro che dilettantistico.

Pasquale Padalino ha parlato ai giovani e alla stampa in vista del prossimo impegno stagionale che vedrà Agnelli e soci affrontare tra le mura amiche il Matera.

Annuncio promozionale

 

Arianna Amodeo
acd foggia calcio
comunicazione
scuola

1 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di charles

    charles fUn plauso vero a coloro che promuovono iniziative di sana partecipazione dei nostri ragazzi alla crescita culturale e sociale a beneficio dell' intera collettività della nostra città :vorrei con questa mia imail invitare tutti gli insegnanti a favorire iniziative di sensibilizzazione su problematiche che fanno crescere i nostri ragazzi : che si organizzino dibattiti scolastici sull'ambiente , sul rispetto di coloro che vivono a stretto contatto con le difficoltà di tutti i giorni e sulla necessità di impegno per rimuovere gli ostacoli per un vivere più civile a beneficio di tutti i.Che la scuola non sia solo un peso anche se formativo ma che rappresenti un percorso indispensabile e formativo .Da bambini ci insegnavano
    che la scuola era un gioco :perché non trasformare la scuola superiore in qualcosa che si avvicini a quel tipo di gioco anche se con regole più impegnative per tutti? In bocca al lupo...ma che non solo non crepi il lupo ma che non muoia mai il desiderio di ciascuno perché la nostra società sia sempre migliore !!!

    il 27 ottobre del 2012