Per Nember non ci sono scuse: “Secondo tempo peggiore della stagione. Grassadonia? Siamo tutti in discussione”

Il diesse nel post partita non nasconde la delusione, soprattutto per l’atteggiamento avuto dalla squadra nella ripresa. “Rifletteremo su tutto, anche sui calciatori. La colpa è nostra, non c’entrano gli episodi. Sono stufo di dover sempre giustificare”

Commentare il pari con il Venezia cercando spunti positivi è dura. E stavolta neppure Nember cerca alibi nella prestazione dei suoi, specie il secondo tempo a suo dire “uno dei più brutti mai visti a Foggia”. Ed è una frase che fa rumore più delle altre. Se sarà l’anticamera di una condanna definitiva per Grassadonia lo dirà il tempo.

Condanna il secondo tempo, pessimo soprattutto sotto il profilo mentale dopo una prima frazione che non avrà fatto strabuzzare gli occhi agli esteti più integralisti, ma che neppure è stato così da buttare: “Abbiamo preso gol in maniera sciocca. Ci danno fastidio tutti questi punti persi. Alla penalizzazione non dobbiamo pensare più, già c’era a inizio stagione. Ma mi girano le scatole per i punti regalati. E’ mancata la svolta nel secondo tempo, il primo è stato diverso, abbiamo avuto delle occasioni. Ma nella ripresa il Venezia ha sciupato almeno tre occasioni”.

Capitolo allenatore. Grassadonia è in bilico? Il diesse non si sbottona: “Siamo tutti in discussione, anche i calciatori, anche il diesse. Rifletteremo su tutto”. Ma il tempo delle scuse sembra essere terminato: “La colpa è nostra, non c’entrano gli episodi. Sono stufo di dover Sono stufo di dover sempre giustificare”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piccola Alice non ce l'ha fatta: è morta la bimba di 6 mesi in vacanza con i genitori sul Gargano

  • Scossa di terremoto a Foggia e sul Gargano

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Angelo non ce l'ha fatta: si è spento a 26 anni "un ragazzo fantastico". Due anni fa l'incontro con l'idolo Pippo Inzaghi

  • Attimi di terrore a Vieste: bimba di 6 mesi rischia di morire soffocata, sanitari le salvano la vita

Torna su
FoggiaToday è in caricamento