Foggia-Pisa 1-0 | Decide la rete di Dario Venitucci a metà primo tempo

Davanti alla splendida cornice di pubblico dello Zaccheria, gli uomini di Stringara prevalgono sui toscani grazie ad una rete del fantasista dopo una pregevole azione. I rossoneri poi legittimano il vantaggio andando diverse volte vicino al gol

La splendida coreografia della Curva Sud

Dinanzi ad un pubblico caloroso come mai si era visto in questa stagione, non si doveva sbagliare. Il Foggia non fallisce l'appuntamento con la vittoria, e lo fa disputando, per almeno un'ora di gioco, una grande prestazione. E poco importa se il gol segnato è un piccolo granello di fronte all'infinità di occasioni da gol costruite. Contavano i tre punti per tenere ancora vive le speranze di un riavvicinamento alla zona playoff ora lontana sei lunghezze.

LA PARTITA -  Chi vi scrive dubitava che Stringara potesse realmente puntare sul 5-4-1: impressioni prontamente smentite. In difesa tornano Traorè e Gigliotti, con Toppan, D'Orsi e Cardin a completare il quintetto arretrato. In mezzo al campo, Molina va a fare il mediano al fianco di Perpetuini, con Cruz e Venitucci sugli esterni e Agodirin punta centrale. Nel Pisa Tremolada vince il ballottaggio con Ilari prendendosi la corsia mancina.

La voglia di partir forti in casa rossonera si vede dopo meno di un minuto, Cruz scodella un pallone al centro, buco della difesa e Cardin che ciabatta malamente sul fondo. Quello che poteva essere uno dei gol più veloci della storia rossonera, è il preludio ad una serie di occasioni da gol che i satanelli collezionano nei primi dieci minuti. E' Cruz il più intraprendente, che sfiora per ben tre volte il gol.

PER LE PAGELLE CLICCA QUI

Il 5-4-1 di Stringara sorprende anche gli avversari, soprattutto per l'elasticità con la quale si tramuta in un offensivo 3-4-3 con l'avanzamento di Traore e Cardin sulla linea dei centrocampisti e il conseguente avvicinamento di Cruz e Venitucci a sostegno di Agodirin. Proprio il versante destro è quello dove il Foggia costruisce le più pregevoli occasioni da gol. Cruz e Traore, sostenuti di sovente anche da Molina, mandano in costante confusione il povero Bizzotto, stretto nella morsa dei due dirimpettai, complice anche la pressoché nulla assistenza in fase di ripiegamento di Tremolada. Proprio dalla suddetta corsia i rossoneri piazzano il colpo vincente al 26': Cruz imbecca Traore che dal lato corto dell'area mette il pallone in mezzo, il velo di Agodirin spiana la strada a Venitucci che di piatto spiazza l'estremo difensore nerazzurro. 1 a 0, grande azione, da squadra di categoria superiore, l'omaggio più appropriato allo splendido pubblico presente oggi, anch'esso meritevole di altri palcoscenici.

Nella ripresa Tacchi corre ai ripari lasciando negli spogliatoi lo spaesato Bizzotto, puntanto su Benvenga con Audel dirottato a sinistra. Cambia poco, perché è sempre Cruz sulla destra a sfiorare il gol con due azioni speculari. E se sul primo diagonale al 10' la palla sibila sul palo, sul secondo al 12' è bravo Pugliesi a deviare in corner. Dall'altra parte, il Pisa si affaccia timidamente solo su calcio piazzato, solleticando e niente di più il sempre attento Ginestra. Col passare dei minuti la gara si assesta, complice anche il comprensibile calo fisico dei rossoneri, dovuto al notevole dispendio di energie profuse nella prima frazione. Stringara inserisce Tomi, Cortesi e Wagner per Venitucci, Cruz e Traore, Tacchi si affida a Strizzolo e Ilari. Ma gli effetti auspicati non si verificano. E il solo tiro di Benvenga al 47' non fa male. Finisce così, con il gol di Venitucci che colora di gioia la notte allo Zaccheria.

I tabellini

Foggia (5-4-1) Ginestra; Traore (44'st Wagner), D'Orsi, Gigliotti, Toppan, Cardin; Cruz (29'st Cortesi), Molina, Perpetuini, Venitucci (11'st Tomi); Agodirin. A disposizione: Botticella, Bianchi, Giovio, Pompilio. Allenatore Stringara

Pisa (4-4-2) Pugliesi, Audel, Raimondi, Buscaroli, Bizzotto (1'st Benvenga); Tulli, Obodo, Berardocco, Tremolada (17'st Strizzolo); Carparelli (37'st Ilari), Perez. A disposizione: Sepe, Ton, Sodano, Scampini. Allenatore Tacchi (squalificato Papagni)

Arbitro: Sig. Pasqua di Tivoli

Marcatori: 26'pt Venitucci (F)

Ammoniti: Agodirin (F), Gigliotti (F), Cardin (F), Benvenga (P), Perez (P), Raimondi (P), Bizzotto (P)      

 

Potrebbe interessarti

  • Proprietà e benefici dei lupini

  • Rimedi naturali per pulire la piastra del ferro da stiro

  • Alla scoperta dell'incantevole Lago di Lesina, il secondo più vasto dell'Italia meridionale

  • Le bracerie a Foggia: i posti giusti per gli amanti della carne

I più letti della settimana

  • Cadavere carbonizzato sulla SP 66: le telecamere riprendono la vittima mentre riempie la tanica di benzina con cui si è data fuoco

  • Incidente mortale tra San Severo e Apricena, violento scontro tra auto e tir: purtroppo c'è una vittima

  • Incidente mortale, scontro tra scooter e volante della polizia: muore portapizze. I testimoni: "Botto fortissimo"

  • Il mare della Puglia è il terzo più bello d'Italia: quello di Vieste, Mattinata, Tremiti e Monte premiato con 4 vele

  • Franco Landella è di nuovo sindaco di Foggia

  • Macabro ritrovamento lungo la Provinciale 66: auto in fiamme, dentro c'è un cadavere

Torna su
FoggiaToday è in caricamento