Foggia-Como 1-2, le pagelle: brilla solo Venitucci. Si salva Cardin

Nella brutta sconfitta casalinga, il terzino è l'unico a meritare la sufficienza piena. Malissimo ancora Wagner e Meduri. Gigliotti decide in negativo, per Lanteri un ritorno da dimenticare.

Le pagelle

Foggia (3-4-3) Ginestra 6; D'Orsi 6 Gigliotti 5 Toppan 6 (1'st Velardi 6); Traorè 4,5 Meduri 4,5 Wagner 4,5 Cardin 6; Cruz 5 (15'st Ferreira 5), Lanteri 5 (1'st Defrel 5,5), Venitucci 7,5. A disposizione: Botticella, Lanzoni, Cortesi, Pompilio. Allenatore Stringara 5

Como (4-2-3-1) Giambruno 6,5; Ghidetti 6 Conti 6,5 Urbano 7 Som 7; Salvi 6,5 Ardito 6; Ciotola 6 (23'st Palumbo 6), Paonessa 6.5 (5'st Bardelloni 6), Toledo 6.5 (35'st Filosa s.v.); Tavares 7. A disposizione: Twardzik, Doumbia, Vicente, Ripa. Allenatore Manari 6,5

Arbitro: sig. Martinelli di Roma 2 - 6

MIGLIORI TODAY
Venitucci 7,5 - Goccia di classe cristallina in un oceano di mediocrità. Segna il gol più bello della stagione rossonera, e i suoi piedi sono gli unici a partorire pericoli per la retroguardia avversaria.

Cardin 6,5 - Garanzia di sicurezza in quantità, si concede anche qualche giocata di qualità, vedi l'assist per il gol di Venitucci.

Velardi 6 - Col suo innesto Stringara cerca di rinvigorire la zona centrale. Il suo apporto sarà sicuramente importante per il futuro.

PEGGIORI TODAY
Meduri 4,5 - L'involuzione del ragazzo sembra non conoscere fine. Pressoché nullo in fase di impostazione, il che lo rende tra i principali responsabili della farraginosità del gioco rossonero. Male anche sui calci piazzati.

Wagner 4,5 - Lento, impacciato, molle nei contrasti. Perde anche palloni pericolosi nella propria trequarti. Una sciagura, insomma.

Traorè 4,5 - Scarso il suo contributo in fase di spinta, soffre le incursioni di Som e l'imprevedibilità di Toledo. Perde la testa nel finale, con un rosso che rende ulteriormente negativa la sua valutazione.

Gigliotti 5 - Cosa volesse fare sulla punizione di Paonessa forse lo sa solo lui. La parabola non sembrava così velenosa da giustificare un intervento del genere. Male anche dopo. Non la granitica sicurezza alla quale ci ha abituati.

Lanteri  5 - Mezzo voto in più perché non è facile tornare in campo dopo un così lungo periodo di inattività, su un campo gelato, e in una squadra tutt'altro che in palla. Si aggiunga anche la collocazione in campo che sembra, almeno per ora, sposarsi poco con le sue caratteristiche di esterno d'attacco. Gli occorre tempo.

Stringara 5 - Sbraita, urla, si dimena, fa di tutto per spronare i suoi giocatori. Traduce il suo disappunto nel doppio cambio ad inizio di ripresa, ma l'inedito 4-3-3 non porta frutti, anzi la sua squadra rimedia nel finale anche la sconfitta. Lanteri non è Agodirin, forse cambiare modulo e cercarne uno che sia congruente alle caratteristiche tecniche dei suoi giocatori (Venitucci su tutti) potrebbe essere un buon punto di partenza. In secondo luogo occorrerebbe tornare a ripercorrere le basse quote, senza inopportuni voli pindarici, perché se c'è chi pensa ai playoff, male fa a non considerare il vantaggio sulla zona playout che si va assottigliando settimanalmente.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Carabinieri setacciano l'area "internazionale" del Santuario di San Pio: scattano arresti e denunce

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento